Spirit Animals – Legami di sangue

Spirit Animals – Legami di sangue
Meilin è sempre più nervosa, la stanchezza, la fame e la disperazione la stanno lentamente invadendo. Il labirinto di bambù alto almeno quindici metri disegna stretti sentieri indistinguibili l’uno dall’altro, il sole è alto e il cibo è ormai finito. Anche se non vorrebbe mai ammetterlo, ha perso la via nonostante le istruzioni di suo padre, il coraggioso generale Teng. Il panda Jhi, il suo Spirito Animale, sonnecchia sul suo braccio in forma di tatuaggio e non se la sente ancora di attivarlo, non ha mai amato davvero quell’animale grassoccio ed è convinta che finirebbe inevitabilmente per rallentarla. Solo quando è allo stremo delle forze e la disperazione ha la meglio sulla sua tempra da guerriera si decide a risvegliare Jhi, che trova il modo di sorprenderla e di insegnarle un’importante lezione, di quelle che non si dimenticano. Rollan, Conor e Abeke proseguono il loro viaggio per ritrovare Meilin, non hanno accettato la separazione e Conor se ne sente addosso tutta la responsabilità: l’aver consegnato al nemico Rumfuss, il Cinghiale di Ferro, nonostante al momento gli fosse sembrata una scelta obbligata, era stata la causa della partenza solitaria di Meilin per lo Zhong. Se le fosse accaduto qualcosa non se lo sarebbe mai perdonato.

Dopo Nati liberi e La caccia, tornano i giovani protagonisti e i loro Spiriti Animali, un falco, un lupo, un leopardo e il panda Jhi, per il terzo episodio di una saga che ne prevede sette, affidati alla penna di altrettanti differenti autori pluripremiati. In questo capitolo è la guerriera zhonghese Meilin a dover affrontare il proprio demone, per imparare l’importanza di affidare e affidarsi. Un inno all’amicizia, alla lealtà, al coraggio, alla ricchezza che nasce dalla diversità. Valori e messaggi per i più giovani che non sono mai abbastanza promossi e che senz’altro compensano le (pochissime) ingenuità. L’affezione ai personaggi che ci accompagnano di storia in storia rende la lettura ogni volta più appassionante e ci lascia la sensazione di aver ritrovato vecchi amici.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER