TopoLino si prepara

TopoLino si prepara
Il piccolo TopoLino – che se ne sta tranquillo a giocare nel prato – sente la mamma che lo chiama: se vuole andare nel granaio con lei e gli altri fratellini e sorelline è ora che si sbrighi a prepararsi! Contentissimo il cucciolo di roditore inizia dunque a vestirsi: prima le mutandine, facendo ben attenzione a dov'è l'etichetta per capire qual è il davanti e quale il dietro; poi i calzini (ma perché entrano sempre storti? Uff); poi i pantaloni – e bisogna sedersi per infilarli, eh; poi le scarpe, la camicia (quant'è difficile far entrare le braccine nelle maniche e far combaciare asole e bottoni) e TopoLino è finalmente pronto. Ma è proprio così che si veste un cucciolo di topo?
Magnifica ibridazione tra fumetto e illustrazione per bambini nella nuova collana Toon a cura di Art Spiegelman (cioè, no, dico) che arriva in Italia per i tipi di orecchio acerbo. Brevi storie, personaggi ben delineati su sfondi estremamente stilizzati, lettering di grande formato, storie accattivanti anche per un pubblico in età prescolare: ecco i punti fermi di questo e degli altri albi della collana. Jeff Smith, passato alla storia per la sua interminabile e anticonformista saga di Bone, ci regala il mirabile ritratto di un topino (l'ammiccamento del titolo italiano a Mickey Mouse, che nel titolo originale ovviamente non esiste, francamente non era necessario) che affannosamente si impegna per vestirsi da solo con la stessa tenera, goffa ostinazione che ritroviamo nei nostri figli e in ogni bambino del mondo quando cade preda della invincibile smania di indipendenza che sancisce le fasi principali della sua crescita. Delizioso, davvero.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER