William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato

William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato
Marco è un bambino curioso e ha una scimmietta di peluche dagli occhi attenti e furbi come amica. Una sera decide di sfogliare un libro di teatro trovato nella libreria di nonno Luigi, precisamente quello di William Shakespeare. E accade qualcosa di strano. Un guanto esce dal libro e, dopo aver parlato con Marco si avvicina alla finestra facendo svolazzare le ultime pagine che si fermano su un titolo: La tempesta. Da questo momento per il bambino e la sua scimmietta inizia un’avventura all’interno di storie e personaggi shakespeariani con cui i due interagiscono attivamente fino a ritrovarsi insieme alla fine della storia a conoscere l’autore di tutte quelle avventure. William Shakespeare darà loro preziosi consigli, ma uno più importante di tutti gli altri: imparare a giocare con l’arte dei sogni.
William Shakespeare e la tempesta del guanto mascherato è una storia che bene si lega al mondo dell’infanzia, i più giovani infatti, attraverso queste settantaquattro pagine, entrano in contatto con il respiro e il senso teatrale del drammaturgo inglese senza apparente sforzo. La scrittura è scorrevole, chiara, mai noiosa e le tante illustrazioni di Pia Valentinis – vincitrice del Super premio Andersen 2012 con il libro Raccontare gli alberi – rendono ancora più piacevole la lettura che trascina il lettore in una dimensione quasi parallela. Lina Maria Ugolini dà vita a una storia curiosa e avvincente che si incolla semplicemente all’immaginario del bambino mettendo in campo tutta la sua professionalità di scrittrice, poetessa e musicologa. In molti tratti della storia si nota una delicatezza che può appartenere soltanto a chi da sempre è vicino all’universo delle note e delle parole.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER