Young cowboys

Young cowboys

West side. Una diligenza sta portando Reannon da suo padre, l’unico legame familiare che le resta. D’improvviso, spari dentro e fuori la diligenza. I cavalli corrono all’impazzata, poi solo buio e silenzio. Solo lei e Mike sono sopravvissuti all’attacco. Mike è ferito e lei non sa davvero cosa fare. Non resta che attendere. Finalmente arrivano i soccorsi ma non in tempo per salvare Mike. Chance, il suo salvatore, la porta nel saloon di Fiona, dove è ripulita e ristorata. E dove trova una nuova amica: Kansas, la rossa. All’ennesima sparatoria, le due ragazze fuggono via e incrociano Cole, figlio dell’ex sceriffo, che le accompagna da Chance: il duro con il cappello chiaro ha promesso a Mike in punto di morte di insegnarle a cavalcare e di accompagnarla da suo padre. Reannon, soprannominata Rain, scopre di essere una provetta amazzone. Mai però quanto Soledad. La giovane cavallerizza avrebbe fatto di tutto per unirsi al gruppo e partire per vendicare il padre e i fratelli trovati morti al fiume. Sebbene per motivi diversi, hanno tutti lo stesso nemico: Nathan Mallory un proprietario terriero senza scrupoli, che opprime la piccola comunità dove vivono. L’unica possibilità per liberarsi di lui è pagare, con circa duemila mucche, il debito. Il gruppo di giovani impavidi cowboy, guidati dal vecchio Chance Dexter, si impegna a condurre una mandria di mucche lungo la più famosa pista di tutto il West: Abilene Trail. Famosa perché piena di insidie e di pistoleri…

Il lontano West, si sa, è caldo e polvere, ladri e assassini, mandrie e pallottole facili. Eppure, nonostante la giovane età, i ragazzi non si tirano indietro di fronte alla possibilità di salvare la loro comunità. Anche a prezzo delle loro vite. Young cowboys, come in un vecchio film western, delimita chiaramente e propone una divisione netta tra buoni e cattivi: da subito è necessario decidere da che parte stare e per quale valore lottare. I cinque giovani protagonisti di questo simpatico e avventuroso romanzo corale, non hanno dubbi: nell’eterna lotta tra il Bene e il Male, uniscono le loro forze contro il male. Il viaggio rappresenta, immancabilmente, il percorso di crescita umana che i ragazzi affronteranno, superando ostacoli, imprevisti, tradimenti, pericoli. Un viaggio anche interiore, di scoperta delle proprie potenzialità. Purtroppo, l’approfondimento psicologico dei personaggi, complessivamente modesto, non valorizza pienamente questo interessante aspetto del racconto. Con uno stile vivace e scorrevole, numerosi colpi di scena e un’ambientazione insolita anche se poco particolareggiata, Young cowboys risulta, comunque, una lettura fresca e coinvolgente. Adatta ad un pubblico in crescita, affamato di avventura.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER