Corriere dello Spazio

“Corriere dello Spazio”, mese lunare delta 3910

DOPO ANNI DI STRAPOTERE DEL REAL LATTEA, LA SSC NETTUNO VINCE IL CAMPIONATO DELLE GALASSIE
Cronaca di una giornata di sport che l’universo non potrà dimenticare

Oggi, primo giorno del mese lunare delta del 3910, siamo pronti ad assistere alla finalissima del campionato delle galassie di palla fluttuante e luminescente, lo sport che appassiona milioni di marziani su tutti i pianeti. Per i pochissimi abitanti delle galassie che fino ad oggi non si sono mai interessati a questo sport, una brevissima spiegazione : si gioca in un campo ologramma con un prato verde e una grande cupola alta 50 metri; si affrontano due squadre composte da 1 laser portiere e 10 giocatori per squadra; l’obiettivo è realizzare dei laser goal nella porta ologramma dell’altra squadra che è delimitata da pali laser e che si alza e si abbassa secondo l’altezza a cui giocano i giocatori. Infatti, si gioca fluttuando (in assenza di gravità), ma i giocatori possono anche decidere di azionare i loro parastinchi zavorranti per giocare direttamente sul prato. La palla si illumina ogni qual volta viene toccata da un giocatore, cambia colore a seconda dell’altezza a cui si gioca e diventa di tutti i colori quando supera la linea laser della porta.

Spiegati anche i dettagli, eccoci alla cronaca di una giornata memorabile per lo sport. Siamo arrivati alla fine di un entusiasmante campionato che è durato un intero anno lunare. Un verdetto è stato già emesso : è retrocesso tra i non professionisti il Bayern Mercurio. La cosa non stupisce perché ovviamente, trattandosi del pianeta più piccolo del sistema solare ed anche del meno popolato, i giocatori sono pochi, non sono professionisti ed è il primo anno che partecipano al campionato. Certo ad inizio campionato, l’entusiasmo intorno alla squadra era molto forte e si pensava si potesse ripetere il miracolo accaduto nell’antichità sulla Terra, dove nel 2016 la piccola Islanda si era ben qualificata ai Mondiali di calcio della Terra. Ma il divario in campo con i giocatori professionisti delle altre squadre ha lasciato il Bayern Mercurio fanalino di coda nella classifica. Cosa potevano fare le infuocate mani del laser - portiere del Bayern Mercurio contro i tiri fotonici del bomber del Superurano? Ci auguriamo di rivedere presto nel campionato delle galassie i simpatici giocatori dalle mani e dai piedi infuocati e dalla curiosa e fiammante esultanza.

Ma concentriamoci su chi ha fatto bene in questo campionato. Sono le 6 squadre arrivate ai play off : la FC Marte con la divisa rossa e i giocatori dotati di antenne; l’Atletico Saturno, con la divisa a strisce bianche e celesti e le tute incandescenti e iridescenti; la SSC Nettuno, con la divisa azzurra e i piccolissimi giocatori dotati di piedi magnetici che li rendono i fantasisti della palla fluttuante; il Real Lattea, con la divisa bianca e oro e le rovesciate astrali del bomber CR7; la Virtus Venere, con la classica divisa viola e i giocatori dotati di 8 supertentacoli; il Superurano, che quest’anno ha abbandonato la tradizionale divisa bianca per giocare con la maglia bianconera e che ha raccolto molti punti in campionato grazie alla catapulta rotante dei suoi attaccanti. Dopo tutti gli scontri diretti dei play off due le squadre a punteggio pieno che sono arrivate a contendersi il titolo sono il Real Lattea (vincitore da 8 anni lunari del campionato) e la SSC Nettuno (da qualche anno ormai nelle prime posizioni del campionato, ma arrivato per la prima volta alla finale che vale un campionato). Tutte e due le squadre hanno vinto tutte le partite con gli avversari e pareggiato lo scontro diretto. Quindi la finale è una partita incerta aperta a tutti i pronostici.

Ormai ci siamo. Manca poco e siamo pronti alla finalissima tra il Real Lattea e la SSC Nettuno. Si gioca su campo neutro, uno degli anelli di Saturno, dove le condizioni del campo sono meteorologicamente perfette per la fluttuazione della palla. Realizzate per l’occasione tribune sospese per il pubblico accorso, mentre sono state lasciate libere le orbite a destra e a sinistra dell’anello per consentire lo stazionamento delle navicelle private per vip e autorità. Fatemelo dire : tutta la galassia oggi è qui per assistere ad una sfida epica tra le due squadre che rappresentano il top di questo sport, ad uno scontro tra due tra i più forti giocatori che la palla fluttuante abbia mai avuto : CR7 per la Lattea e DAM10 per la Virtus Marte. Lo spettacolo che offre il pubblico è eccezionale: sono venuti tifosi da ogni parte dell’universo. Il colpo d’occhio è eccezionale; esseri rossi, verdi, con antenne., con tentacoli, con sei coppie di occhi, con quattro arti superiori, tutta testa, con corpo roccioso o a squame, tutti vicini per tifare; ognuno con la maglia della sua squadra e tutti con delle enormi bandiere ologramma che così sventolano anche in assenza di vento e di gravità. E per coloro che non possono essere qui, ricordo che l’evento sarà trasmesso con la nuova super ultra fibra digitale sui chip tv dei vostri super smart orologi e dei vostri occhiali 6D. Vi ricordo che ad arbitrare, come sempre un arbitro di Plutone, che, come tutti gli abitanti del suo pianeta, ha sei coppie di occhi distribuite su tutta la testa sul viso e sulla nuca (altro che la VAR del pianeta Terra! Qui non ci sono errori e non si può contestare). I guardalinee sono quattro cyborg, con gli occhi e le orecchie artificiali, per vedere e sentire tutto. La nuova tecnologia, introdotta quest’anno nel campionato, ha inserito un chip nei cyborg che consente loro di rivedere in un secondo anche il replay dell’azione precedente. Perciò è esclusa ogni ipotesi di distrazione.

Ma ecco che ci siamo: in una stupenda coreografia di pubblico, si materializzano in campo con il teletrasporto i magnifici undici giocatori del Real Lattea contro i fantasisti dai piedi magnetici della SSC Nettuno. Ci siamo! Ecco il fischio di inizio: che la forza sia con voi! Le due squadre si studiano giocando molto a centrocupola; tengono palla a mezza altezza, poi abbassano il gioco azionando i parastinchi zavorranti, ma dopo qualche minuto di controllo palla a terra, risalgono a mezza altezza. La prima mezza clessidra (30 minuti solari) se ne va così senza emozioni forti e senza vere occasioni per le due squadre. La posta in gioco è troppo alta e le squadre non vogliono rischiare di sbilanciarsi. Ma, all’improvviso, il Real Lattea accelera, parte in attacco quasi sotto cupola e trova il suo attaccante CR7 libero di piazzare un colpo di testa siderale proprio tra i tentacoli del laser – portiere della SSC Nettuno. La SSC Nettuno riprende coraggio e comincia ad attaccare con una serie di azioni che riescono a far illuminare la palla di tutti i colori perché calciata con effetti devianti la traiettoria. Il laser - goal sembra maturo per la SSC Nettuno, ma una punizione mutante del fantasista DAM10, tirata con magnetismo ad effetto, si stampa sul laser –palo del Real Lattea. Finisce così il primo tempo. Buone azioni, ma nulla di fatto per le due squadre.

Si riparte. Subito nei primi minuti del secondo tempo la partita si sblocca. E’ sul corner robotico che la SSC Nettuno decide di giocare a terra che si sblocca la partita : sulla palla fluttuante scodellata in aerea, si avventa con i suoi piedi magnetici DMA10, che , con un colpo di tacco cibernetico spinge la palla nella laser - porta avversaria. SSC Nettuno 1- Real Lattea 0. Il Real Lattea reagisce e in una successiva azione il giocatore CR7, fluttuando, riesce a raggiungere la palla ad un’altezza incredibile e con una rovesciata astrale segna il pareggio SSC Nettuno 1 – Real Lattea 1. La partita si è accesa, le squadre hanno aumentato il ritmo e i giocatori la velocità, ma nessun tiro è pericoloso per i laser portieri. Mancano ormai 10 minuti solari alla fine della partita; la situazione è sempre di pareggio, ma attenzione DAM10 della SSC Nettuno ruba palla a centrocupola, avanza da solo palla attaccata al piede magnetico, marca tre avversari, finge di zavorrare i parastinchi, ma rimane ad un’altezza sotto cupola, arriva nell’area di rigore, dribbla anche il portiere e GOAL!LASER GOAL! La SSC Nettuno è in vantaggio e, mancando pochi minuti alla fine della partita, mette una seria ipoteca sulla vittoria. Ma la reazione del Real Lattea è rabbiosa, tutti i giocatori si riversano davanti al laser portiere avversario e tentano in tutti modi di tirare la palla fluttuante. Tutta la SSC Nettuno è indietro a difendere e, dopo un batti e ribatti, fischia l’arbitro, si volatilizza la palla fluttuante.

È finita! La SSC Nettuno è campione delle galassie! Entra nella storia per aver interrotto la striscia di vittorie del Real Lattea. Memorabile vittoria dopo una partita piena di emozioni. E ovviamente non raccontiamolo agli umani perché sono convinti che il loro calcio sia lo sport più bello del mondo… ma solo perché non conoscono l’intero universo! Oggi abbiamo visto una partita che “gli umani non possono nemmeno immaginare”.

Tommaso Pinna, III D - I.C. Largo Oriani, Roma

Racconto terzo classificato al Premio A.A. Fantascienza Cercasi 2018 riservato agli studenti delle scuole medie del Lazio.



Escludi Ads Google: 
 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER