Fioccano libri: qualche spunto per i regali di Natale

Fioccano libri: qualche spunto per i regali di Natale
Articolo di: 
In questo scorcio di anno in cui si è parlato ossessivamente di libri digitali e rivoluzioni copernicane nella produzione e nella fruizione di contenuti culturali, il Natale riporta tutti coi piedi per terra perché, dati alla mano, saranno pochissimi a scegliere un e-book da mettere sotto l'albero mentre il caro,vecchio libro di carta continuerà ad essere acquistato e regalato in barba ai de profundis. Gli editori per bambini (e non soltanto) si sforzano di incanalare la frenesia da acquisto tipica della festività verso titoli vistosi (e, spesso, costosi) che in altri periodi dell'anno avrebbero più difficoltà a decollare. Ma a fine anno (un anno tutto sommato positivo per l'editoria per l'infanzia), la selezione, accanto alle strenne, non può tralasciare qualche buon titolo uscito nei mesi scorsi.

Correva l'anno

Il 2010 che si avvia alla conclusione è stato un anno di anniversari. Sessantacinque anni fa usciva il primo libro dedicato a Pippi Calzelunghe, la ragazzina terribile con le lentiggini e le trecce rosse uscita dalla penna di Astrid Lindgren. Della grande scrittrice svedese Il gioco di leggere ha dato alle stampe un inedito e intrigante albo illustrato, Sorellina Tuttamia, in cui una biondissima bambina vive una avventura ai confini della realtà al fianco di una sorella immaginaria che le somiglia come una goccia d'acqua. Dalle nostre parti invece questo è stato l'anno rodariano, con la doppia ricorrenza (90 dalla nascita e 30 dalla morte) celebrata in lungo e in largo con manifestazioni, riedizioni, tributi, premi. Il gruppo EL, che ha acquisito i diritti delle opere di Rodari, non si è certo risparmiato (e ci mancherebbe!) riproponendo sotto ogni forma i capolavori del grande scrittore di Omegna. Tra le tante perle, l'antologia (dall'aria un po' retrò) Storie e filastrocche di Natale (Emme), pubblicata la prima volta proprio nel 1980, che contiene gran parte della produzione rodariana a tema natalizio. Infine, per festeggiare i 20 anni di Elmer, il tenero elefante variopinto di David McKee che spopola nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di tutto il mondo, Mondadori pubblica una raccolta delle sue migliori storie in un bel volumone cartonato (Il grande libro di Elmer).

Libri e dintorni

L'editoria dell'infanzia ha spesso forzato i limiti concettuali e fisici dei libri per espanderne le possibilità di uso. Nei cataloghi delle case editrici si ritrovano pop-up, libri-gioco e oggetti quasi incatalogabili che con il libro hanno a volte soltanto una remota parentela. Un buon esempio di questa tendenza è Buona notte di Angels Navarro - edito da Franco Cosimo Panini - un volume ad anelli pluriaccessoriato e di grande effetto che mette in campo grafica e cartotecnica per accompagnare i bambini verso il “meritato” sonno a forza di giochi di osservazione, finestrelle ombre e indovinelli. Per ragazzini col pallino degli animali, sotto l'albero non può mancare Il Bestiario universale del professor Revillod (Logos), un piccolo almanacco degli animali in perfetto stile fin de siècle (l'Ottocento) – apparati e grafica compresi - con un sorprendente valore aggiunto. Le pagine si formano sfogliando tre blocchi di alette. Le migliaia di combinazioni possibili danno vita ad altrettanti esemplari favolosi in grado di stimolare il senso del meraviglioso dei piccoli lettori strizzando l'occhio al pubblico adulto. Davvero originale la nuova collana Giralangolo "Le Mille e una Mappa" dedicata alle mappe delle fiabe (e non solo). Si tratta di cartine 66x98 coloratissime e dettagliatissime - prodotte con un materiale, ingualcibile, idrorepellente, virtualmente indistruttibile - che riproducono gli scenari di favole (Cappucceto Rosso, Biancaneve, I tre porcellini) e di libri all'insegna del viaggio, reale o immaginario (Alice nel Paese delle Meraviglie, Il giro del mondo in ottanta giorni, Il Milione). Testi, illustrazioni e legende introducono i viaggiatori in erba ai piaceri della cartografia immaginaria, una prospettiva inedita per innescare la loro fantasia. Piccolo cubo giallo (De Agostini) è l'ennesimo pezzo di bravura del grande paper engeneer David Carter che dedica il suo ultimo pop-up ai più piccini (fino a 4-5 anni). Piccolo, solido, minimal, per spiegare gli opposti ai bambini non troverete in circolazione niente di più elegante e persuasivo. Tra gli “oggetti non meglio identificati” vale le pena segnalare la bizzaria di Jeremy Holmes C'era una volta una vecchia signora che ingoiò una mosca (Aliberti), premio “Opera prima” alla fiera di Bologna di quest'anno. Libro-performance che unisce una storiella ironica e un po' tetra, raffinate illustrazioni in salsa western, formato sui generis e un meccanismo a sorpresa da inevitabile “ooooooh!”.

Musica, bandiere e babbi natale

Per i tipi Curci è in libreria il terzo volume della serie Ma che musica!, un libricino illustrato con annesso cd che propone l'ascolto guidato, per bambini da 0 a 6 anni, di brani tratti dal repertorio classico o composti dai musicisti che lavorano al progetto educativo Music Learning Theory di Edwin Gordon. In Italia è l'AIGAM che si occupa della diffusione di questa metodologia di insegnamento fondata sul presupposto che la musica possa essere appresa secondo processi analoghi a quelli con cui si apprende il linguaggio. I corsi patrocinati dall'associazione sono molto in voga nei nidi e nelle scuole d'infanzia italiane e Ma che musica! è un convincente dimostrazione della bontà del progetto.
Non conosco bambini che non siano affascinati dallo spettacolo di una parata di bandiere svolazzanti; poi ci sono quelli che che giocano a indovinare lo stato a cui appartengono, come si fa per le capitali. Con Le bandiere del mondo spiegate ai ragazzi (L'Ippocampo), Sylvie Bednar pronuncia forse la parola definitiva sull'argomento (almeno rispetto agli interessi dei più piccoli). Nel libro si ritrovano tante informazioni e curiosità sul significato dei vessilli di tutto il mondo, per impare giocando con la storia e i colori.
A questa rassegna di consigli per gli acquisti non poteva mancare un libro sul personaggio-icona di queste feste, La vita e le avventure di Babbo Natale (Mattioli 1885). A raccontarle Frank Baum il leggendario autore del Mago di Oz, che prende le mosse dall'infanzia di Santa Claus e ne segue la vicenda attraverso una serie di episodi che illuminano sugli aspetti meno conosciuti del finlandese più amato dai bambini. Un racconto magico, ecologista e pacifista, nel vero spirito del Natale.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER