Esterno notte

Esterno notte
Autore: 
Genere: 
Articolo di: 

Ricordi di un'adolescenza turbolenta a Pisa e di un tipaccio dal cuor d'oro soprannominato Faccia, di una tranquilla vacanza a Tirrenia da bambino che si sarebbe trasformata presto in un incubo per la sorella più grande, storie di prostitute slave che cercano di sfuggire ai loro aguzzini, storie di magnaccia palestrati e attori porno dal grilletto facile, di malviventi in preda a crisi filosofiche sulla natura della realtà, storie di motociclisti e angeli, e di una petroliera sulla quale vengono scoperti dei clandestini...

Gipi, al secolo Gianni Pacinotti, è uno dei più dotati e sensibili fumettisti italiani. Grazie alle sue sceneggiature, innovative senza bisogno di arzigogoli, profonde senza bisogno di intellettualismi, e al suo stile pittorico (una tecnica ad olio resa straniante da graffiti, disegni grotteschi, sovrapposizioni di pellicole trasparenti, uso ossessivo di un fascinoso blu/grigio e effetti di luce improvvisi), le storie che Gipi racconta - in questo caso sei racconti, alcuni dei quali autobiografici - vanno al cuore passando prima per il cervello. O forse fanno il percorso inverso, non è poi così importante: ciò che importa è che emozionano, colpiscono, lasciano segni. Segni blu, come lividi.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER