Gli anni di Allende

Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Fine agosto 1970. Il giornalista statunitense John Nitsch viene inviato a Santiago del Cile per osservare da vicino un esperimento politico che sta attirando l’attenzione del mondo intero: la via cilena al socialismo. Il leader di Unidad Popolar Salvador Allende, presidente del Senato, già candidato Presidente in tre occasioni e mai vincitore, sembra avere concrete possibilità di vittoria alle elezioni del 4 settembre. I compagni di partito lo hanno soprannominato “El Pije”, per le sue abitudini borghesi: la sua ricetta è avviare profonde riforme sociali e economiche una volta raggiunto il governo del Paese, ma senza derogare al normale iter elettorale e mantenendo perfettamente integro il sistema parlamentare e democratico. Secondo gli avversari politici si tratta solo di una strategia propagandistica e una volta preso il potere i socialisti getteranno la maschera; gli Stati Uniti soprattutto sono molto preoccupati della possibile creazione di un’enclave comunista in Sudamerica, di un’altra Cuba. A contendere ad Allende la carica di Presidente sono il conservatore Jorge Alexandri e il democristiano progressista Radomiro Tomic. Il clima politico è molto teso: il Cile ha poco più di 7 milioni di abitanti, la situazione economica è pessima, il reddito pro capite è di 700 dollari, le formazioni politiche estremiste sono molte, a destra e sinistra. Nitsch fa amicizia subito con un burbero tassista e con una coppia di giovani militanti di sinistra, il rabbioso José e la bella Claudia…

Lo sceneggiatore Carlos Reyes (uno dei creatori del festival El Día de la Historieta e anche editore e conduttore radiofonico) e il disegnatore Rodrigo Elgueta (El Origen, Mitos y Leyendas, Heredia Detective) riescono nel miracolo di raccontare con una graphic novel una delle esperienze politiche più esaltanti e al tempo stesso drammatiche del Novecento: i tre anni di Governo Allende in Cile, soffocati nel sangue dal colpo di Stato militare dell’11 settembre 1973 che ha portato alla dittatura del generale Augusto Pinochet. Molti scrittori e artisti si sono cimentati nel raccontare lo spaventoso epilogo del “folle volo” di Allende, ma pochi finora avevano focalizzato la loro attenzione sugli anni che lo hanno preceduto. Si tratta – lo ribadiamo – di un miracolo per due motivi: il primo è che gli autori (con una sceneggiatura chiara e scorrevole e disegni nel pieno solco della tradizione del grande fumetto sudamericano) riescono a dare conto con puntiglio e rigore della complessa vita politica cilena dell’epoca, delle tensioni che dilaniavano nei primi anni Settanta il Paese e la maggioranza di governo, ritenuta troppo di sinistra dalla borghesia, dagli imprenditori e dai militari e troppo poco di sinistra dai giovani, dagli operai, dai militanti comunisti. Il secondo è che in questi grigi tempi di antipolitica il lavoro di Elgueta e Reyes celebra e ci restituisce la passione per la politica, per la progettualità, per gli ideali, per lo scontro sociale. Salvador Allende tenta di costruire un’utopia socialista a colpi di riforme parlamentari (sebbene radicali: oggi chi avrebbe il fegato di proporre la nazionalizzazione di aziende e banche, l’esproprio e la distribuzione ai contadini dei latifondi?), senza mai derogare ai principi democratici, dialogando con l’opposizione nonostante le evidenti trame sotterranee, le voci di golpe, le pressioni dall’esterno, le violenze interne, gli scioperi, le polemiche continue sui giornali, la vocazione all’autodistruzione tipica della sinistra, il disastro economico. Un visionario? Un santo? Un illuso? Un pazzo? Le vignette ci raccontano semplicemente di un uomo coraggioso che cerca – con tenacia quasi commovente – di tenere a galla giorno dopo giorno una barca che fa acqua da tutte le parti con l’entusiasmo disperato di chi sa di lavorare per un sogno, il sogno della giustizia sociale.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER