John Doe – Vol. 1

John Doe – Vol. 1

È una mattina come un’altra nella vita di John Doe. Una donna da lasciare sul letto e una corsa in macchina per arrivare puntuale nel suo ufficio di direttore generale della “Trapassati Inc.”. Il semaforo è rosso e sulle strisce pedonali c’è un anziano signore che non dovrebbe essere là. Dovrebbe essere già morto. Un colpo all’acceleratore e il destino di Glen Smith si compie. Perché era là, vivo e vegeto? Qualcosa è sicuramente andato storto nel ramo Incidenti Stradali. Arrivato in ufficio, John scopre l’esistenza delle pratiche Omega, cui nessuno ha accesso se non il capo, l’affascinante donna che dieci anni prima gli ha offerto quel lavoro: Morte. Basta il dio degli hacker per accedere ai files segreti, d’altra parte Marcus Irvine, come molti altri, gli deve più di un favore. Il simpatico vecchietto che ora giace nella sua giusta tomba in realtà è un generale nazista, Kurt Dussander. Perché Morte lo ha salvato? Le pratiche Omega contengono centinaia di altre pratiche simili: assassini, musicisti, pittori, dittatori, narratori salvati dal destino deciso per loro dalle Alte Sfere. Morte e i suoi soci Pestilenza, Guerra e Fame avranno molto da spiegare a John Doe, ma la decisione è già presa: al diavolo la Trapassati Inc., nessuno può prendere in giro John, neppure la Morte. Se poi tutte quelle persone sono state graziate unicamente per rendere indimenticabile l’Armagedon in arrivo e non trasformarlo “in un film per la televisione”, per ritrarre con la loro arte più o meno etica il suo volto più mirabile, allora c’è solo una cosa da fare, sottrarre a Morte la Falce dell’Olocausto. Senza quell’arma addio Armageddon, ma ora John è un uomo in fuga, seguito da Morte e dal suo nuovo detective, il segugio Sean Cardona…

Bao Publishing ristampa, con alcuni contenuti extra, uno dei fumetti più interessanti del panorama italiano: John Doe nasce infatti nel 2003 (e va avanti fino al 2012 per un totale di 100 numeri) dalla collaborazione fra Roberto Recchioni e Lorenzo Bartoli per l’Eura Editoriale, proprietaria anche delle storiche riviste “Lanciostory” e “Skorpio” che hanno lanciato moltissimi fra i migliori fumettisti italiani. Questo primo volume fa parte di una collana che conterà sei albi di grande formato e raccoglierà tutta la prima stagione del fumetto, dal numero 1 al 24. Dopo sedici anni la narrazione investigativa e fantastica che ruota attorno alle vicende di John Doe risulta ancora un mix originale e vincente, come tutte le storie con una sceneggiatura ardita e tavole curate. John Doe è affascinante, cinico, ambizioso. Ha il nome che negli Stati Uniti danno di solito ai cadaveri non identificati o alle persone che vogliono mantenere segreta la propria identità. È un outsider che sfida la Morte per mantenersi coerente ai suoi principi. O forse perché quel lavoro l’ha accettato per necessità (non lo è, forse, l’amore?), per salvare dalla morte la sua compagna, Mia, il cui cancro terminale ha subito dopo la sua assunzione alla Trapassati Inc. un miracoloso rallentamento. Lo stile grafico e narrativo piacerà a chi ama Dylan Dog (e non è un caso che Roberto Recchioni sia ora il direttore del fumetto Bonelli horror più famoso in Italia) e le storie che mescolano i due piani del reale e del fantastico, in cui territori di provincia come Providence si fondono a luoghi inesplorati in cui sorgono architetture mistiche come Il ristorante al Termine dell’Universo, che levita nello spazio e nel tempo. Le copertine interne, tutte firmate da Massimo Carnevale, sono riprese dai numeri del fumetto originali ma virate al b/n nell’albo Bao publishing. Un gradito tributo per tutti i fans di John Doe e una piacevole sorpresa per i nuovi estimatori del fumetto, che potranno viaggiare su e giù per l’esistente su una Ford Mustang Fastback del 1968. Per proteggere il mondo dall’Entropia dell’Universo, perché il patrimonio narrativo e la passione di Lorenzo Bartoli, prematuramente scomparso nel 2014, non vengano perduti.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER