L’inverno del disegnatore

L’inverno del disegnatore
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Spagna 1958. Negli uffici della prestigiosa Casa Editorial Bruguera si respira un'atmosfera a metà tra la mestizia per una sconfitta e la festa per il ritorno di un figliol prodigo: quattro dei disegnatori che l'anno prima avevano lasciato la casa madre sono tornati all'ovile con la coda tra le gambe dopo che il sogno di dare vita a una casa editrice indipendente è sfumato. Carlos Conti, Josep Escobar, Guillermo Cifré e José Peňarroja, stanchi di dover vivere di uno stipendio fisso (come usa da sempre alla Bruguera) senza alcun diritto d'autore sui loro personaggi, tra i più celebri del fumetto iberico, avevano deciso di mettersi in proprio, fondato – assieme al collega Eugenio Giner – il DER (Dibujantes y Editores Reunidos) e pubblicato la stralunata rivista antologica “Tío Vivo”, che però non era riuscita ad avere il successo che avrebbe meritato a causa dell'ostracismo del colosso Bruguera (che aveva ricattato i distributori obbligandoli a penalizzare la rivista dei transfughi)...
Il fuoriclasse del fumetto spagnolo Paco Roca aggiunge un'altra perla al suo percorso artistico e racconta con finezza, sensibilità e virtuosismo minimalista una storia che tra gli addetti ai lavori è da sempre leggenda: quella del manipolo di disegnatori di fumetti spagnoli che cercò di affrancarsi dal paternalismo/sfruttamento di quella che ai tempi era la più grande e influente casa editrice specializzata e di dar vita a un progetto indipendente autogestito. Un esperimento fallito, ma profetico: una sorta di Image ante litteram senza la valanga di dollari che coprì negli anni '80 Todd McFarlane & co ma con tanta passione e tanto coraggio in più. Sullo sfondo, la Spagna franchista della fine degli anni '50, plumbea e minacciosa, appena uscita da una crisi economica pesantissima e oppressa da un giogo che durerà per ancora quasi vent'anni. La graphic novel ha trionfato nelle categorie “Miglior libro” e “Migliore sceneggiatura” al Salone internazionale del fumetto di Barcellona 2011.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER