Manuale sexy

 Manuale sexy

Lei è un angelo. Lui un diavolo. Angelina e Damiano sono sulla Terra. E sono una coppia. Una come tante, alle prese con i problemi comuni a tutte le coppie. Una seduta con la sessuologa potrebbe aiutarli. Lui è terrorizzato dall’idea di essere bollato come “difettoso” dai suoi amici. E invece incontra, nella sala d’attesa, coppie di insospettabili. Perfino mamma e papà. Le domande, i dubbi, i problemi sono gli stessi posti dalle altre coppie. La carrellata di questioni parte dall’asimmetria dei seni (un cruccio tutto femminile che si amplifica con lo sguardo del partner) per proseguire con la questione delle perversioni, un tabù che ancora resiste. L’ansia da prestazione che pregiudica l’erezione, la verginità, i preliminari, la virilità, l’omosessualità, il sesso virtuale. E poi c’è l’annosa questione del punto G. Le informazioni apprese aiuteranno i due protagonisti a migliorare la propria intesa di coppia e la propria vita sessuale. E scopriranno che nella sessualità non ci sono regole, se non quella del rispetto delle emozioni proprie e dell’altro…

Nella ormai collaudata miniserie a fumetti Sacro/Profano, in attesa del terzo volume delle avventure di Angelina e Damiano (uscita in autunno 2015), si inserisce questo “fuori collana” che tra il serio e il faceto, tra consigli pratici ed approccio professionale (la consulenza scientifica è della dottoressa Claudia Corti che si trasforma, per mano di Mirka Andolfo e per l’occasione, in un personaggio del fumetto), affronta temi scottanti e delicati inerenti la sfera sessuale degli individui, con la giusta ironia che serve a sdrammatizzare e ad alleggerirli dell’ansia di cui a volte sono caricati. Grazie al tratto grafico stilizzato e ironico che mostra uno stile davvero originale e personale, e all’approccio certamente divertente e spassoso i personaggi di Manuale Sexy risultano realistici e credibili, oltre gli stereotipi e i cliché. Completano il volume (composto da una scheda per ciascun argomento) titoli simpatici e canzonatori. Tema delicato e stile beffardo, un’accoppiata interessante. Per sorridere e per riflettere.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER