The Punisher – Bentornato, Frank

Dopo gravi vicissitudini che lo hanno quasi ucciso e ne hanno messo in forse la carriera di giustiziere anticrimine, il Punitore è tornato. Non ha più a disposizione arsenali ipertecnologici né grandi mezzi economici: vive sotto la falsa identità di John Smith in un condominio popolare di New York, ma una volta indossata la tuta nera col teschio è più spietato che mai. Sterminata quasi interamente la famiglia mafiosa Gnucci, il Punitore ora bracca la matriarca, una vecchia arpia assetata di sangue che ha assoldato tre killer professionisti per assassinare il giustiziere. Nel frattempo la polizia, compiaciuta dell’attività del Punitore, avvia una blanda indagine pro forma su di lui affidata all’inesperto detective Martin Soap, mentre un prete psicopatico autodefinitosi il Santo inizia a uccidere un peccatore dopo l’altro...

Per questo “back to the basics” di una delle serie più seguite e al tempo stesso tormentate editorialmente della storia della Marvel, il team creativo scelto è stata la premiata ditta Garth Ennis/Steve Dillon, famosi (tra l’altro) per Preacher, Hellblazer e un acclamato ciclo di avventure di Animal Man. I due applicano al personaggio del Punitore la loro verve iconoclasta e il loro approccio surreale alla violenza, presentata spesso in forma di sanguinosa iperbole. Ne vien fuori un fumetto scanzonato e terribile al tempo stesso, che piacerà ai fan della prima ora e a chi non ha mai digerito le militaresche gesta del buon Frank Castle. Bentornato, Frank. Ci sei mancato.



0

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER