Saga – Volume uno

Saga – Volume uno
Lui, lei, l'altra. Lui si chiama Marko, corna d'ariete, soldato originario di Wreath, luna del gigantesco Landfall da cui invece proviene lei, Alana, ali verdognole da pipistrello-libellula luccicanti ma inutili: nessun volo, se non pindarico. Lui usa la spada e la magia, ma per attuarla ha bisogno di segreti confessati; lei ama le armi da fuoco e le sa anche usare. Due guerrieri – l'uno prigioniero di guerra, l'altra guardiano – impegnati nella lotta millenaria tra le popolazioni di appartenenza, almeno fin quando la battaglia tra loro due diventa una danza di sguardi, sospiri e sussurri, il cuore batte, la percezione dei mondi cambia, le mani si stringono, le lingue si intrecciano e la pancia si ingrossa. L'altra, infatti, è appena nata. La chiameranno Hazel, figlia maledetta di specie che neanche dovrebbero salutarsi. E che invece si amano. Il peccato è compiuto, rimane l'inseguimento: dei sicari freelance Il segugio e Il volere (con gatto bugia al seguito), a loro volta indaffarati a rincorrere i propri orgogli e a raccogliere le briciole di un antico incontro; del riluttante quanto crudele principe del regno Robot, intento a confermare il potere della casta dominante di Landfall; di un destino ormai scolpito su pietra: i disertori devono morire. Simpatici fantasmi dal viso di scimmia e una mappa che conduce a un'astronave sembrano però  pensarla diversamente...
Il ritorno alla nona arte di Brian K. Vaughan, dopo le belle prove di Ex Machina o Y, l'ultimo uomo è stato salutato più o meno all'unanimità come la rivelazione dell'anno, il cavallo vincente, il capolavoro inatteso e così via. Tutti appellativi che fanno davvero ben sperare e, al contempo, troppo simili agli “strilli” sulle fascette colorate spesso stampate su vere delusioni di cellulosa. E invece. Saga, probabilmente anche grazie a un'edizione (impeccabile) che propone in blocco i primi sei numeri della serie, spacca di brutto. Le ragioni del successo possono sicuramente essere ritrovate in quel mix di eros ed epos tanto amato ed efficace, in una trama che si presenta di ampio respiro già dalle prime vignette e in protagonisti intriganti – e apparentemente innocenti – minacciati da un male insensato atto a porre il lettore da subito in forte empatia con gli avversati. Anche gli avversari, tuttavia, sanno prendere parte al gioco in modi addirittura più incisivi (altro cliché, i “cattivi” ben più affascinanti dei “buoni”). La ‘ragnesca’ Il segugio – sensualissima pur con zero braccia e otto occhi – e il misterioso Il volere – reietto doc nelle cui pupille si intravedono sofferenza atavica e morale granitica – occupano pagine importanti: per Vaughan nessun personaggio è tappezzeria o sfondo, l'opera è (e sarà) corale. L'atmosfera e il mood li creano le note descrittive della sceneggiatura o il genio esuberante e sintetico di Fiona Staples, in forma smagliante: uno storytelling semplice e incredibilmente fluido (che si maledice arrivati all'ultima pagina!) si poggia su uno stile innovativo, sapientemente “sporcato” ma chiaro quanto basta per attrarre e conquistare i fumettofili, aldilà del genere e – forse – dell'età. La virtù maggiore di questo primo volume, nonostante la potenza tout court degli ingredieti, risiede in un loro dosaggio maturo e coscienzioso. C'è misura e gusto nella maniera in cui tutti gli elementi propri di avventure già scritte, ma in spazi e tempi differenti, convergono in questo Romeo e Giulietta su scala intergalattica. Incubatrice di storie, artigiano e scrittore attento, Vaughan reinterpreta molti miti, topoi, generi perfino, riuscendo in un'opera di modernizzazione ben strutturata, sia in superficie, dove si può ammirare l'ottimo risultato dell'intesa con l'illustratrice, sia in profondita, grazie alla vertigine sublime che rapisce il lettore. Ci si sente infatti come l'avventuriero che, affacciatosi su uno stagno ricoperto di ninfee, intravede, sotto lo specchio dell'acqua, abissi magnetici da scoprire o i tetti di una città millenaria tutta da esplorare.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER