Il bambino di Rosemary ormai ha cinquant’anni

Il 12 giugno 1968 usciva nelle sale cinematografiche americane Rosemary’s Baby, diretto da Roman Polanski e interpretato da una stupenda Mia Farrow, Ruth Gordon, John Cassavetes e Sidney Blackmer. Un film imperdibile e profondamente inquietante, senza dubbio tra i capolavori che hanno segnato la nascita del cinema horror moderno, tratto da un magnifico romanzo horror. A Hollywood, produttori, sceneggiatori e registi ci avevano girato tutti intorno, ma vedevano nel libro di Ira Levin qualcosa di oscuro e maledetto, capace di liberare una forza malvagia come succede spesso con i romanzi sul Diavolo. Gli interni del film furono girati in studio, ma all’esterno il palazzo Bramford non è altro che il Dakota, storico palazzo dell'Upper West Side di Manhattan, edificato nel 1884. Il condominio ha ospitato molte celebrità nei decenni, tra cui Lauren Bacall, Leonard Bernstein, Judy Garland e naturalmente John Lennon, che proprio lì fu assassinato nel 1980.



 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER