Intervista a J-Ax

J-Ax
Articolo di: 

Tra fumetto e vita di strada, tra i Simpson e Stephen King, tra stardom e vita da supermercato, l’adrenalinico J-Ax - all'anagrafe Alessandro Aleotti - ex vocalist degli Articolo 31, si è ritagliato un personalissimo modo di vedere, di scrivere, di raccontare, di colpire. Ed essendo anche un lettore doc… si racconta ai lettori di Mangialibri.

So che sei un lettore accanito, un vero mangialibri…
Sì, è vero, mi piace molto leggere, e mi rammarico quando ho meno tempo per farlo. Per esempio quando lavoro ad un album, come in questo ultimo periodo, lo faccio meno di quello che vorrei, anche se devo ammettere che ultimamente per ‘colpa’ della collaborazione con Marracash sono stato costretto a rileggermi Bukowski.

 

Che generi letterari preferisci?
Mi piace la letteratura pop americana in generale, poi leggo molto volentieri Stephen King, John Grisham, ma amo scoprire anche autori meno conosciuti. Sia chiaro, non mi piace fare il fenomeno - io compro i libri negli autogrill e al supermercato, se mi va di leggere dove sono sono. Mi piace anche John Fante, anche se penso che King sia un genio: non a caso vende così tanto no? Anche se scrive un libro al secolo…

 

So che ami molto anche i fumetti, giusto?
Verissimo: purtroppo anche con i fumetti non ho più l’andazzo di una volta, prima compravo veramente tanta roba e con assiduità, ora purtroppo il tempo per dedicarmici è un po’ diminuito. Però continuo a leggere Dylan Dog anche se lo preferivo all’inizio, la prima stagione per intenderci è stata la meglio per me, ora è fin troppo politically correct; prima leggevo anche tantissimi fumetti horror-splatter che nel tempo ho sostituito con il loro corrispettivo cinematografico… trovo geniali i fumetti dei Simpson, mi divertono da matti, mentre i fumetti della Marvel li compro sempre quando vado in America perché mi piace leggermeli in versione originale.

 

Autogrill e supermercati… ma in libreria ci vai?
Certo, lì vado organizzato e faccio del vero e proprio shopping, mi prendo un po’ di tempo e mi metto a curiosare tra gli scaffali, leggo le quarte di copertina, e poi mi lascio anche consigliare dagli amici. Nella mia band ho un amico che è un gran lettore. Ci scambiamo spesso le letture, mi piace molto questa cosa.

 

Quindi nell’ultimo periodo hai letto meno perché è uscito il tuo ultimo lavoro, un cd dal titolo intrigante..
Esatto! “Deca dance”, è un gioco di parole che mette insieme la prima decade degli anni 2000, il periodo di decadenza morale ed economica che ci sta intorno e la dance “house” degli anni ’90. Ma rimanda anche al “deca” degli 883, alle dieci canzoni che fanno il disco e al suo prezzo (continuando in  questo modo la filosofia di vendere la musica su supporto fisico al prezzo dei negozi digitali: 1 euro a brano).

 

Gli anni ottanta sono stati così importanti per te?
Penso di rappresentare gran parte dei trentenni in questo senso e di poter dire cose che forse in molti si vergognavano di dire allora. Siamo cresciuti con i dischi dei Doors, ma anche con il disco di Natale di Heather Parisi, perché negare l’evidenza? E da parte mia, in questo disco voglio rendere omaggio alla house music anni ’90 snobbatissima allora anche da me per una specie di “purismo” hip-hop e che, ho rivalutato completamente dopo dieci anni.

 

Questa forte presenza del passato può rappresentare un momento di riflusso, o un bilancio?
Può darsi, il fatto è che mi sono reso conto che ho detto tutto quello che avevo da dire su di me, e perché mi sono accorto che di alcune cose non avevo mai parlato veramente. In quest’ultima avventura non sono stato solo però. Il disco è stato realizzato con la complicità di produttori importanti come THG (Gemelli Diversi), Fabio B e Space One ed è nato mescolando le idee i gli input di tutti e lasciando però che il risultato finale venisse filtrato e reso omogeneo dal lavoro di Guido Style, dietro il banco mixer anche in occasione del precedente “Rap n’roll”. 


 

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER