L’amore ai tempi di Batman, i Tarocchi

Articolo di: 

L’amore ai tempi di Batman, di Massimiliano Parente – Mondadori 2016 Leggi la recensione del libro

Tarocchi niente male per il romanzo di Massimiliano Parente. Ho scelto un gioco “passato, presente, futuro” (le carte a due a due da sinistra a destra) osservando la carta rimasta sotto (la più a sinistra) e, all’estremità destra, il suggerimento di Dio (della Natura, del Caso, dell’Inconscio).

Nel passato, la base di questo libro: il Matto e il Carro. Tanta energia libera dal Matto che dona vigore al presente e al futuro, e il Carro conquista, procede spedito nel mondo e va, non si cura di incertezze e dubbi. Il Carro e il Matto insieme sono l’essenza dell’energia materiale e del viaggio, del procedere decisi e sicuri. Un grande passato, un notevole inizio.

Nel presente la Papessa e la Forza raccontano ulteriore scrittura ma anche una fase sospesa, il respiro che si fa silenzioso nell’attesa del passo successivo, con molta forza dentro. Forza e fase prodromica e uno sviluppo futuro (la Papessa è una preparazione di qualcosa che ancora si deve mostrare, notare l’uovo che cova e il libro in mano, e il pallore che tanto ricorda il medesimo pallore dell’autore). Nel presente si preparano scenari con forza e raccoglimento, il libro prende fiato per lanciarsi.

E il futuro tuona. La Stella e l’Imperatrice, un’esplosione di energia creativa ed erotica (creatività ed erotismo per i Tarocchi sono più o meno la stessa cosa) . La Stella cioè l’amante perfetta, la donna (energia femminile) che sa gestire le energie nel mondo, ha trovato il proprio posto e si diverte e ama e dona e riceve. L’Imperatrice, l’adolescente che ha scoperto il sesso e domina gli eventi con l’entusiasmo un po’ eccessivo della giovane non ancora del tutto consapevole.

Su tutti, il Papa. Che sia uno scrittore, un comunicatore, uno psicoterapeuta (suggerimento per Massimiliano Parente?), un pilota di aerei o il simbolo massimo di colui che unisce cielo e terra grazie a talento e carisma, è un Arcano che racconta la visibilità e l’importanza del romanzo. Il Papa arringa una folla adorante e sospesa, il Papa conosce segrete cose e le sa tradurre al popolo eletto.

La carta rimasta sotto è la Ruota della Fortuna. Al di là del significato ovvio e positivo per questo libro, è la fine di un ciclo. Quale ciclo, non è dato sapere. Ma questo Arcano chiude qualcosa: la ruota è ferma, pronta a ricevere energia nuova per ricominciare un ciclo nuovo.

NOTA IMPORTANTE
I Tarocchi sono come i libri: un mistero che si rivela a chi vi si immerge con i sensi giocoso e grato, vorace e curioso, e sospende per un istante la razionalità. La mia conoscenza dei Tarocchi arriva dai seminari di Alejandro Jodorowsky, ma ancora prima dal “sentire”. Abbandonate l’idea che i Tarocchi si possano imparare con regole e memorizzazioni di significato perché, per esempio, “(...) la Torre significa che succede qualcosa tipo un terremoto”: non funziona così e vi invito a diffidare se qualcuno vende letture del futuro come un insieme di carte buttate lì per impressionare. I Tarocchi sono istinto, esperienza, sensazioni, conoscenza e magia. Una mano - cioè un gioco - con i Tarocchi di Marsiglia è unico e riguarda solo due persone: chi consulta e chi legge. Qui userò gli Arcani Maggiori dei Tarocchi di Marsiglia restaurati da Jodorowsky e Camoin e giocherò con i libri e gli Autori: l’approccio sarà intuitivo e liberamente ispirato da Alejandro Jodorowsky. Chi ha voglia di scoprire i Tarocchi di Marsiglia secondo Jodorowsky trova materiale valido in Rete e nel libro “La via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa, traduzione di Michela Finassi Parolo, Feltrinelli 2010.



 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER