La più amata, i tarocchi

Articolo di: 

La più amata, di Teresa Ciabatti ‒ Mondadori 2017 Leggi la recensione del libro

Interessante gioco di Arcani per questo romanzo che, anche secondo i Tarocchi, nasce da un lungo periodo di gestazione interiore e dalla liberazione artistica e psichica di una donna che ha (avuto) tutto e da questo tutto è stata compressa, costretta da ogni parte: è questo il passato, con l’Appeso e il Mondo. Il presente è un liberarsi di parole, istinti, vitalità, energia: l’Imperatrice e la Maison Dieu (la Torre) segnano l’esplosione di ciò che il romanzo è, il suo viaggio, il suo imporsi e rivelare spaccando argini, limiti, verità nascoste. Ecco che finalmente vediamo Teresa Ciabatti e la sua arte in piena evidenza! Il futuro sarà nuova scrittura, e nuove gestazioni di fasi ulteriori (la Papessa), con il felice sguardo di un Angelo a supervisionare il viaggio. Carta interessantissima rimasta sotto il mazzo: le Diable è il capolavoro, l’opera d’arte che nasce da luce e buio, correttezza e cattiveria, energie alte e basse. Le Diable per un artista è il massimo dell’espressione di sé perché usa ogni energia, anche le più indicibili. Se avessi scelto un Arcano razionalmente senza tirare fuori “a caso”, per La più amata avrei proprio optato per il Diavolo.

NOTA IMPORTANTE
I Tarocchi sono come i libri: un mistero che si rivela a chi vi si immerge con i sensi giocoso e grato, vorace e curioso, e sospende per un istante la razionalità. La mia conoscenza dei Tarocchi arriva dai seminari di Alejandro Jodorowsky, ma ancora prima dal “sentire”. Abbandonate l’idea che i Tarocchi si possano imparare con regole e memorizzazioni di significato perché, per esempio, “(...) la Torre significa che succede qualcosa tipo un terremoto”: non funziona così e vi invito a diffidare se qualcuno vende letture del futuro come un insieme di carte buttate lì per impressionare. I Tarocchi sono istinto, esperienza, sensazioni, conoscenza e magia. Una mano - cioè un gioco - con i Tarocchi di Marsiglia è unico e riguarda solo due persone: chi consulta e chi legge. Qui userò gli Arcani Maggiori dei Tarocchi di Marsiglia restaurati da Jodorowsky e Camoin e giocherò con i libri e gli Autori: l’approccio sarà intuitivo e liberamente ispirato da Alejandro Jodorowsky. Chi ha voglia di scoprire i Tarocchi di Marsiglia secondo Jodorowsky trova materiale valido in Rete e nel libro La via dei Tarocchi di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa, traduzione di Michela Finassi Parolo, Feltrinelli 2010.



 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER