Libri e autori della Maturità 2018

Con la prima prova di italiano sono cominciati oggi gli esami di maturità per oltre 500.000 studenti che, come è successo a tutti, dovranno superare questa soglia per ritrovarsi ufficialmente nel mondo mondo degli adulti e poi portarsi dietro inevitabilmente un ricordo indelebile, nel bene e nel male. Quanto realmente "maturi" chissà. Tra le tracce proposte c'è un brano tratto da Il giardino dei Finzi Contini di Giorgio Bassani, da analizzare e commentare. Inoltre si è chiesto al candidato di "proporre una interpretazione complessiva del brano di Bassani, approfondendo il tema dell’antisemitismo anche con riferimenti a opere di altri autori che conosci. In alternativa, proponi una tua riflessione sul tema più generale della discriminazione e dell’emarginazione”. Oltre al tema dell’antisemitismo, in quanto ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara, il romanzo può essere letto come una meditazione sull’inesauribile legge di distruzione e di morte che incombe sulla Storia. Particolarmente apprezzata dagli studenti la traccia di Ambito artistico - letterario, che chiede di raccontare i diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura. Ai maturandi sono stati proposti come spunti e documenti quadri di Edward Hopper (molto amato dal popolo dei social), di Giorgio Fattori e di Edvard Munch, e brani di Francesco Petrarca, Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo. Un tocco delicato quello aggiunto dai versi di Emily Dickinson e Alda Merini.



 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER