Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà

Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà
Insy (abbreviazione di insicuro) viene dal profondo Abruzzo ma è di madre finlandese. Si trasferisce a Roma per studiare Sociologia, anche se il padre avrebbe voluto vederlo impegnato in Giurisprudenza, pronto a diventare un brillante avvocato e un ancora più affermato campione di judo (mentre lui desiderava ardentemente fare danza). Ma Insy, che di diventare giurista non ha nessuna intenzione, né più né meno che di diventare etero, sceglie da sé che strada percorrere e si butta a capofitto – dopo un brevissimo periodo di vita sfigata e deprimente – nel marasma di Roma, specialmente quando si tratta di discoteche rumorose e luoghi affollati, ancora meglio se per soli gay. Dopo avere vissuto sulla Prenestina insieme a due calabri loschi fissati con le salsicce e il salame piccante riesce a trasferirsi e a conquistare una stanza solo per sé, si integra nel substrato omo e ne combina di ogni, sino a che non gli si para di fronte l’obbligo del militare, con annessi e connessi. Compresa la divisa da poliziotto, per niente desiderata. Come arriverà Insy a distruggere la sua vita prima della fine del libro? Cosa farà quando capirà di essere davvero innamorato? Come riuscirà a fare coming out senza paura?
Insy Loan ha più di trent’anni e meno di quaranta, è autore di un blog molto frequentato e ha avuto una grandissima occasione. Che la moda dei blog che diventano libri e storie su carta sia ormai assodata e lanciata è un dato di fatto, che ci sia spazio proprio per tutti spererei di no, ma può darsi io sia troppo conservatrice! Insy Loan imbastisce una storia divertente, ricca di spunti comici, di legami con il cinema, la televisione, degli stereotipi a cui siamo abituati, attingendo a piene mani dall’immaginario collettivo a cui tutti apparteniamo e con cui abbiamo a che fare ogni giorno, puntando quindi sulle metafore immediate, per la serie ho i capelli arancioni come il Mago G della Galbusera, con il trucco sfatto somigli a Samara di The Ring, sei bella come Sharon Zampetti de I Ragazzi della terza C etc etc, divenendo quindi accessibile a chiunque abbia voglia di una lettura veloce, distensiva, senza troppe pretese. Lo stile easy e adolescenziale è ideale per l’arrivo dell’estate, anche perché vi renderete conto di come le pagine scorrano e lascino ben poco dietro di loro se non un sorriso che tenderà a sbiadire nei giorni a seguire come la prima abbronzatura. Niente in contrario a questo tipo di romanzi sulla condizione giovanile, sulla realtà di chi è omo e se la gode alla grande, nessuna remora ad accogliere opere di giovani scrittori che fanno il grande salto da tutti desiderato: dal web alla carta, pronti per essere lanciati nell’immenso mercato editoriale. Ma qualcosa manca, l’originalità stenta a prendere la via giusta e Insy Loan si conferma come uno scrittore molto più adatto alla Rete che all’editoria classica. Senza nulla volere togliere alle tragicomiche avventure di quello che è uno di noi. Leggetelo se siete appassionati di blog, se li frequentate avidamente e se siete alla ricerca di una storia che non vi faccia pensare ad altro per un pomeriggio e che vi consenta di ritornare immediatamente in voi quando lo chiuderete, senza tristezze, paranoie, riflessioni approfondite e critica serrata alla ricerca di significati nascosti. Qui è tutto alla luce del sole!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER