Anna Karenina

Anna Karenina
Anna Karenina è una splendida donna appartenente alla ricca nobiltà russa. Abita a San Pietroburgo insieme al marito Alexej Karenin - un alto funzionario della burocrazia imperiale austero e rigidamente conforme alle convenzioni sociali - e il figlio Serge, di otto anni. In seguito a un viaggio a Mosca, dove si è recata per rendere visita al fratello, Anna ha modo di conoscere il conte Vronskij, uomo frivolo ma dotato di un’indole accattivante che irretisce il suo cuore. Quella che in un primo tempo sembra solo un’infatuazione passeggera diviene nel volgere di poco tempo un’intensa storia d’amore a cui Anna cede incondizionatamente fino a rimanere incinta. Ma dopo aver messo al mondo una bimba, la donna si ammala gravemente. Colta da un’ondata di pesante rimorso invoca ed ottiene il perdono del marito, che la ritiene in punto di morte. Vronskij, dopo avere cercato inutilmente di essere ricevuto da Anna, progetta di togliersi la vita, quando invece, ormai ristabilitasi, la donna coglie l’opportunità di un incontro fortuito per riprendere la relazione. Anna decide di abbandonare definitivamente il tetto coniugale per andare a vivere con Vronskij e la bambina. Tuttavia, dovrà affrontare un clima esterno di generale disapprovazione e il manifestarsi di reciproche incomprensioni, che logoreranno il rapporto fino al tragico epilogo…
Opera fondamentale di uno dei più celebri e osannati romanzieri russi dell’Ottocento, Anna Karenina viene pubblicato per la prima volta nel 1877. E’ la storia di una fervente passione d’amore di cui è protagonista una donna in constante conflitto con i rimorsi struggenti della propria coscienza di moglie e di madre. Ma anche con le convenzioni sociali di un mondo chiuso nei rigori delle proprie tradizioni nobiliari ed ermetico alla comprensione dei sentimenti umani più autentici. Questo tema viene affrontato da Tolstoj in un romanzo corposo e articolato in ben due volumi, splendidamente costruito e narrato. Dopo un infelice menage coniugale consumato all’ombra di un uomo freddo e insensibile, Anna Karenina si sente finalmente libera di cercarsi e di scoprirsi innamorata, grazie all’incontro con un uomo che pone al centro della loro vita le ragioni del cuore e non il prestigio sociale. In una continua alternanza di tradimento e di richiesta di perdono, di slanci generosi e di sofferti ripensamenti, la futura serenità di questa indimenticabile eroina della storia della letteratura sembra diventare una promessa destinata a sfuggirle per sempre di mano. Nonostante le sia data una possibilità per ricominciare, la donna non riuscirà fino in fondo ad assaporare il frutto di un amore tanto osteggiato. Tolstoj, contrapponendo il ruolo della protagonista con la figura morigerata di Kitty, non risolve nel suo romanzo le imminenze di un’antitesi morale e sociale, ma lascia la questione aperta al giudizio del lettore. Ieri come oggi.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER