Batticuore

Batticuore

Nell’estate del 2012 l’attore Michele Placido, all’età di sessantasei anni, prendeva in sposa la ventinovenne Federica Vincenti. Sulle colonne del “Corriere della Sera” il giornalista Paolo Conti reagiva scrivendo: “Ho cinquantotto anni, da più di quattro sono single e separato (con amatissime figlie) e trovo pietosa, anzi ridicola, solo l’ipotesi di innamorarmi. Lascio volentieri questa prospettiva alle ragazze e ai ragazzi che potrebbero essere miei figli”. L’articolo sollevò un dibattito vivace nel quale venne alla luce una tendenza di segno contrario. I sessantenni di oggi, dinanzi alla prospettiva di poter ancora contare su di una lunga stagione dinanzi ad essi, si comportano ancora come protagonisti del mercato dell’innamoramento. Cresce il numero di coniugi maturi che si separano, come pure la percentuale di cinquantenni che si legano a fidanzate giovani, entrando sullo stesso terreno di combattimento sentimentale dei figli. Circondata in un primo tempo dall’attenzione di protagonisti del mondo dello spettacolo, professionisti, politici e persone d’affari, l’attività di contrasto contro il processo d’invecchiamento viene ormai condotta in ogni fascia sociale…

È trascorso quasi un secolo da quando il sessantanovenne poeta e premio Nobel William Butler Yeats, che sentiva venire meno vigore fisico e intellettuale, varcò nel 1934 la porta della clinica di un noto sessuologo per sottoporsi a un intervento che prometteva di ringiovanirlo. Da allora il timore di invecchiare ha assunto una popolarità tale che oggi la vecchiaia non viene più percepita come un processo naturale e ineludibile, ma come un accidente biologico che si può curare con relativa facilità. Intrecciando sapientemente cronaca e analisi, il giornalista del Corriere della Sera Paolo Conti conduce il lettore tra i risvolti umani e sociali prodotti dalla frenesia degli ormoni e dall’ansia di miglioramento fisico. La parte più interessante di questo libro intrigante è proprio quella in cui donne e uomini rivelano l’infelicità nell’accettare i segni che il tempo scava nei loro corpi e le reazioni adottate per rimuoverla. Il testo aiuta a comprendere che cosa significhi e quali conseguenze comporterà la corsa incondizionata all’eterna gioventù. Perché tutto è già accaduto e non resta che prendere atto della realtà che Paolo Conti riconosce, indaga e porta allo scoperto attraverso un impietoso smascheramento.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER