Beati i sognatori

Beati i sognatori

Sergio ha una laurea in chimica conseguita a vent’anni all’A&M University, lavora per una grande azienda, ha una carriera brillante, un conto in banca ingente, belle macchine. Viaggia in tutto il mondo per condurre trattative milionarie ed è un uomo di successo, sempre impegnato. Passa da una telefonata all’altra correndo di aeroporto in aeroporto. Un giorno, a Singapore lo attende il signor Lee, un magnate cinese avvezzo a spuntare affari d’oro, ma Sergio e i suoi colleghi sanno il fatto loro. La trattativa si fa serrata e nessuno sembra voler cedere. Invece il primo a farlo, in modo del tutto inatteso, è proprio Sergio: al sessantatreesimo piano del grattacielo in cui è in corso la riunione, comincia a sudare; il cuore batte all’impazzata, la mente si svuota. Teme di avere un attacco cardiaco in corso; ha paura e corre alla reception. All’impiegata, che visibilmente preoccupata gli chiede cosa può fare per lui, chiede solo un foglio e una penna. In quel breve lasso di tempo, in pieno attacco di panico - come avrebbe scoperto ad anni di distanza, prende la decisione che gli cambierà per sempre l’esistenza: rassegna le dimissioni seduta stante, esce in strada e raggiunge il suo amato oceano…

Il protagonista di questa breve storia è Sergio Bambarén, autore australiano e peruviano di nascita, amatissimo in tutto il mondo e conosciuto soprattutto per il suo esordio alla narrativa con The dolphin del 1994 - uscito in Italia nel 1997 con il titolo Il delfino, divenuto in breve tempo un bestseller internazionale e seguito negli anni successivi da L’onda perfetta e Vela Bianca. In questa nuova avventura Bambarén ripercorre le vicende che lo hanno condotto ad una svolta radicale e condivide con il lettore la necessità di svincolarsi dalle imposizioni sociali che stringono in una morsa i più, condizionati da un sistema economico che mira a trasformare in consumatore qualunque cittadino del mondo, conducendo un sistema in crisi al collasso. L’autore racconta la sua storia perché funga d’esempio e accompagna le sue riflessioni a citazioni d’effetto di grandi pensatori, Albert Einstein tra tutti. Consigli, indicazioni, messaggi di speranza a tratti forse scontati, privi di acutezza illuminante ma comunque utili per riportare l’attenzione alla propria condizione e potersi chiedere se siamo davvero felici, se stiamo vivendo la vita che vorremmo, quella che abbiamo desiderato da bambini.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER