Cacciatori di tempeste

Cacciatori di tempeste
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Gemellitudine: è questo il sentimento che unisce due fratelli gemelli, lo stesso che prova Karena. La differenza è che ha perso le notizie di suo fratello Charles. Da 20 anni. Karena Hallingdal, origini norvegesi, il fallimento di un matrimonio alle spalle, un lavoro, almeno in superficie, soddisfacente presso la redazione del Minneapolis Ledger. Oggi è il suo compleanno e questo significa che anche Charles avrà da festeggiare. Si chiede dove sia, se sia vivo, come abbia i capelli, se sia magro o grasso, felice o triste. In vent’anni ne succedono di cose. Karena ha solo una certezza: sarà in giro ad inseguire le tempeste. Sì, perché Charles è un cacciatore di tempeste, parte di una specie di setta di fanatici, con la passione per fenomeni atmosferici incontrollabili, vittima di una strana adrenalina che pervade corpo e mente. E per Charles soprattutto la mente: è bipolare, ma si tratta di “affari di famiglia”, come diceva suo padre Frank. Karena ricorda bene il momento della scoperta, le crisi di Charles e la sua continua smania di inseguire uragani. È proprio il giorno del suo compleanno che arriva una telefonata: suo fratello ha avuto una crisi, mascherata da attacco di panico, e ha trascorso la notte in una clinica, scomparendo di nuovo nel nulla. La “gemellitudine” si fa sentire e Karena sente Charles vicino, inizia la sua disperata ricerca unendosi ai cuoi compagni di caccia alle tempeste. Poi lo vede, è lì, non troppo lontano da lei. Ricorda ancora quel terribile giorno di venti anni prima. Charles che sfreccia con la sua auto sempre alla rincorsa di una tempesta. L’incidente. Il motociclista ucciso. E il suo silenzio. Karena tiene per sé il segreto, ma gli anni non sono serviti a dimenticare un conto ancora aperto. Deve trovare Charles, ma per farlo ha bisogno di entrare in un club selvaggio, di parlare la sua lingua e di provare l’adrenalina che prova suo fratello. Inizia la caccia alle tempeste, una sfida con la natura. È in simbiosi con Charles. Lo sente. È lì da qualche parte…
Jenna Blum stavolta ci porta a caccia di tempeste, e lo fa anche bene. La storia di Karena e il suo addentrarsi nel mondo dei cacciatori di tempeste ci viene raccontata con uno stile che è molto simile a un uragano (!!), adrenalinico, coinvolgente, pieno di suspense. Difficile non immaginare davanti ai propri occhi la natura selvaggia, la mancanza di controllo e l’impotenza degli esseri umani. “Le tempeste mi hanno sempre affascinata” dice la Blum. E si vede. Traspare una passione che rende la descrizione del caos e della natura selvaggia assolutamente ricca di immagini, suoni e profumi. Insieme a Karena sentiamo l’odore della pioggia, quello del terreno bagnato, sentiamo il rumore della tempesta e delle folate di vento.  Jenna Blum, con uno stile lineare ed essenziale, senza troppi giri di parole, trova i termini giusti per accompagnarci, coinvolgerci e, se vogliamo, gettarci in pasto alle tempeste. La paura si mescola al gusto per il rischio. Pronti per andare a caccia?

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER