Cara Francesca...

Cara Francesca...
Genitori si nasce o si diventa? L’arrivo di un figlio è sempre una gioia immensa, ancor di più quando avviene in una famiglia nella quale è possibile dividersi i compiti, dove poter condividere le gioie e gli impegni. Ma ci sono anche single con figli, nuclei familiari nei quali entrambi i genitori sono costretti a lavorare, dove non si può fare affidamento sui nonni, in cui c’è bisogno di una tata. Da qui i tanti dubbi che si affacciano alla mente, le molte paure, le domande che si moltiplicano e si differenziano nell’arco della crescita. Assecondare i figli in tutto? Quando dire di no? Perché i figli fanno esattamente il contrario di quello che il genitore chiede? Come farsi ascoltare? Come affrontare la perdita di una persona cara? E ancora: come comportarsi nelle ore critiche dei pasti o al momento di andare a nanna? Come riconoscere un capriccio, come arginare le crisi di pianto, come dosare la tv lasciando spazio alla fantasia?
Francesca Valla, la tata più amata d’Italia (protagonista del fortunato programma televisivo "S.O.S. tata" in onda sia su Sky che La7) risponde alle tante domande che genitori di tutta Italia le hanno inviato andando così in soccorso di chi involontariamente potrebbe incorrere in errore. Un libro che nasce da dubbi, che si dipana attraverso una serie di consigli pratici, instaura un dialogo costante che affronta gli interrogativi più importanti dalla nascita fino alla scuola. Un percorso difficile seguito passo passo dai consigli di Francesca che con parole semplici ed esempi concreti riesce a dare risposte esaustive. La Valla, forte della sua preparazione (è Laureata in Scienze Motorie e laureanda in Scienze dell’Educazione, nonché insegnante nella scuola primaria) e dell’esperienza maturata (è consulente per InterCampus nell’ambito scolastico sul disagio non conclamato e si occupa di formazione di genitori in tutta Italia) affronta temi importanti tenendo conto della complessità della personalità dei bambini del nostro tempo. Un comodo e valido vademecum che procede - come dice la stessa autrice "per una volta, ma sol per questa, con la precedenza alle vostre domande rispetto a quelle dei vostri figli. Sappiate che è una eccezione". Gradita, aggiungiamo noi.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER