Ciao Asmara

Ciao Asmara
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Erede della antica civiltà aksumita, un impero ricchissimo e avanzato che nei primi secoli dopo Cristo dominò la regione ma che è quasi scomparso dai libri di storia, l'Eritrea ha subito dal XVI secolo ad oggi una serie di dominazioni straniere che ne hanno segnato per sempre il territorio e la cultura. Prima i turchi, poi la colonizzazione italiana, che in cambio di infrastrutture e lavoro ha portato repressione e sfruttamento, poi la II Guerra mondiale e il protettorato britannico. Le cose sono peggiorate ulteriormente dopo la risoluzione delle Nazioni Unite del 1950, che ha fatto dell'Eritrea la quattordicesima provincia dell'Etiopia per ricompensare l'alleato Haile Selassiè. Con un'economia dissanguata, dirigenti politici stranieri e una nuova lingua nazionale imposta, molto rapidamente l'Eritrea si ritrovò sotto un vero e proprio giogo culturale. Nel 1961 l'Eritrea entrò in lotta per l'indipendenza, un massacro che durò più di trent'anni e costò la vita a quasi 100.000 persone ma si concluse con la vittoria dell'Eritrea contro un esercito etiope meglio armato, più numeroso e sostenuto dalle superpotenze straniere. Indipendente dal 1993, l'Eritrea sta cercando di risollevarsi, per la prima volta non occupata da eserciti stranieri, per la prima volta da sola, con le sue forze...
Justin Hill, volontario per due anni nel Paese africano, ritrae con rispetto, affetto e senso dell'umorismo l'avventura di un popolo che sta cercando se stesso in un libro delizioso, perfetto per chiunque ami le culture diverse e il sorriso della gente d'Africa.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER