In clandestinità

In clandestinità
Quando Mr. Pall incontra Mr. Mall ci troviamo in un locale di Milano nel pieno degli anni novanta, immersi tra odori di sigarette e boccali di birra. Mr Mall - Vinicio Capossela - ha appena concluso il suo spettacolo e s’accontenterebbe di chiudere la serata senza ulteriori intralci, ma ecco che Mr Pall - Vincenzo Costantino - entra in scena con tutta la sua mole avvicinando l’artista per una chiacchierata al bancone. Dopo qualche battuta sulle vecchie glorie della macchina da scrivere (Fante, Bukowski e tutto il mucchio degli scrittori alcolizzati) segue un invito al caffè Chinaski e uno scambio di indirizzi. Da quell’incontro senza filtro nascerà una solida amicizia che vedrà i due fianco a fianco per reggere insieme i pesi di una vita fatta di abbandoni sentimentali, notti brave tra i colori della stazione Centrale e della chiassosa macchia ticinese, concerti in compagnia di Mr. Dum e reading alcolici tra conati di vomito, affondamenti del caffè Chinaski tra mozzarelle di bufala e interventi della polizia, ma soprattutto un costante sentimento d’amicizia tra uomini delusi da quell’insidia divina che nella vita è rappresentata spesso dalle donne...
Libro improprio per confluenze di stili, forme e volontà degli autori, In clandestinità è un’opera che si sviluppa per punti, come un incontro di boxe, con il suo incedere sotto forma di round. Vi ritroviamo lettere originali tra Vinicio Capossela e Vincenzo Costantino, spunti autobiografici, resoconti di viaggi e nottate, spettacoli e serate, racconti d’adolescenza ed episodi della vita adulta e - non potrebbero certo mancare - poesie. Tra ganci e montanti, i due sfidanti intervallano i colpi della propria penna, dando vita ad un’opera coesa che alle forme arabeggianti, complicate e introspettive che hanno caratterizzato la produzione letteraria di Vinicio Capossela sin dall’esordio con Non si muore tutte le mattine alterna uno stile semplice, diretto e vicino alla tradizione americana per quel che riguarda le stesure di Chinaski. Libro e non-libro, scritto per essere letto e insieme raccontato, girando per le strade d’Italia sarà facile imbatterci nei suoi protagonisti, impegnati ultimamente a sfidarsi su un vero e proprio ring. A colpi di reading.

Leggi l'intervista a Vinicio Capossela

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER