Codice Scorsese

Codice Scorsese

New York. Una donna, Sharon Corvino, è stata brutalmente assassinata nel suo appartamento: le è stata tagliata la gola da un orecchio all’altro. Nessun segno di effrazione e un unico indiziato, suo marito Jeff Mc Kinley, il quale è stato trovato vicino al cadavere con il coltello insanguinato tra le mani. Sharon è la figlia di John Corvino, un boss della mafia che è riuscito a riciclarsi come magnate della finanza e che ora è assetato di vendetta. Un caso davvero scottante per il detective della Omicidi Peter Makarov, costretto a barcamenarsi tra la pressione dei media e tra chi vuole a tutti i costi che Jeff McKinley rimanga tra le sbarre. Ma quest’ultimo è difeso dall’avvocato Elisabeth Scorsese, una giovane donna che in vita sua non ha mai perso una causa ed è determinata a scagionare il suo assistito, il quale pare abbia un alibi di ferro. Peter ed Elisabeth non sanno ancora che quella che stanno affrontando è una vicenda internazionale molto più grande di loro che coinvolge servizi segreti, Pentagono, traffici tra Russia e Sudamerica. E il loro stesso passato. Nel frattempo altra gente continua a morire...

Un plot che toglie il fiato; uno stile da bestseller americano; un intreccio complesso e dalle mille sfaccettature: sono gli ingredienti con cui l’editore e libraio Sergio Fanucci condisce il suo romanzo d’esordio. Codice Scorsese è un thriller frenetico e feroce, costruito attraverso una pluralità di punti di vista e un montaggio cinematografico, in cui le esistenze dei protagonisti, le loro storie, il loro passato, s’intrecciano irrimediabilmente, a volte scontrandosi. Emerge dalla lettura, inoltre, la maestria dell’autore nel sapere maneggiare e amalgamare i diversi generi e le loro atmosfere: action puro, spionaggio, thriller classico, noir. E tra narcotrafficanti, ex mafiosi, avvocati, manager, militari, criminali da strada, e un azione che spazia da New York al Venezuela, da Roma alla Colombia, Codice Scorsese ci dà una piacevole conferma: la letteratura di genere italiana è viva e vegeta, sempre pronta a far sentire la propria voce all’interno di uno scenario variopinto e magmatico. E in questo coro emerge con forza la scrittura esplosiva e potente di Sergio Fanucci.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER