Colosseum

Colosseum

Roma, estate del 70 d.C. Tutta la città si trova in stato di agitazione. Vespasiano sta per fare il suo ingresso trionfale nell’Urbe dopo un periodo di fermento in cui quattro persone si sono succedute al comando con l’imperium maius: una situazione a dir poco caotica. Vespasiano è l’uomo giusto per riportare ordine, dopo una fulgida carriera nelle campagne militari in Germania, Britannia e Giudea prima, come governatore delle province romane in Africa poi. Al nuovo imperatore serve un simbolo forte e riconoscibile per sigillare in maniera tanto plastica quanto maestosa la recente pace ottenuta. Per questo motivo la scelta ricade sul geniale architetto greco Callicrate, schiavo poi affrancato, e sul suo progetto: un anfiteatro gigantesco, simbolo imperituro della gloria di Roma e del suo popolo. C’è però chi rema contro al progetto, tramando nell’ombra. La classe nobiliare romana, infatti, non ha alcuna intenzione di dilapidare le enormi ricchezze conquistate a Gerusalemme per la realizzazione di questo immenso progetto. La nobile giudea Julia Berenice inizia così un’opera di sabotaggio, diffondendo pesanti calunnie sul conto di Callicrate e delle sue figlie per screditarlo agli occhi dei Romani. Così Vespasiano si rende conto che Roma è ben lontana dall’essere pacificata e che le lotte intestine proseguono inesorabili. Deve intervenire personalmente per salvare l’onore del suo fidato architetto e il suo intero progetto…

Beda il Venerabile, in una sua celebre profezia, disse: “Finché esisterà il Colosseo esisterà anche Roma. Quando cadrà il Colosseo, cadrà anche Roma, quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo.” Jordi Nogués tratteggia quindi uno spaccato della società di Roma, partendo proprio dal suo monumento forse più iconico: il Colosseo. Colosseum, però, inizia con una premessa molto chiara; un’avvertenza al lettore da parte dell’autore spagnolo che mette subito in chiaro cosa aspettarsi dalla lettura di questo romanzo. La storia ha lo scopo di intrattenere il lettore con informazioni verosimili sulla misteriosa costruzione del Colosseo a Roma. Verosimili e non vere, dato che nessuna fonte storica ha mai menzionato nulla sull’architetto dell’opera né come questa sia stata costruita. Non esiste un valido quadro storico sull’argomento. Alla luce di questo, i personaggi storici presenti nella narrazione come Vespasiano, Tito, Julia Berenice, Larcio Licinio e Rabirio sono realmente esistiti ma molte delle loro gesta sono inventate così come molti altri personaggi di contorno. I puristi del genere e gli amanti della Storia potranno storcere un po’ il naso forse, mentre tutti gli altri potranno appassionarsi con tutte le sottotrame e gli intrighi anche amorosi che hanno fatto da probabile cemento all’edificazione dell’Anfiteatro Flavio. Un po’ stucchevoli le lunghissime dissertazioni di carattere tecnico-architettonico.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER