Consigli matrimoniali alle figlie sovrane

Consigli matrimoniali alle figlie sovrane
Non so nascondervi che vedo benissimo il vantaggio di questa alleanza, ma il mio cuore materno ne è estremamente allarmato. Considero la povera Giuseppa come un sacrificio alla politica. Purché faccia il suo dovere verso Dio e verso suo marito e che salvi l’anima – dovesse anche essere infelice – vorrò essere contenta… Bisogna che vi adattiate al gusto di vostro marito e, se ci fosse qualcosa non del tutto in regola, cerchiate di distoglierlo, sostituendo qualcosa di meglio. Ma non prendete mai un tono per cui paia che vogliate imporgli qualcosa o criticarlo… Non leggete alcun libro, anche indifferente, senza averne preventivamente domandata l’approvazione al vostro confessore: è un punto assai importante in Francia, poiché vi si divulgano continuamente libri pieni di cose carine ed erudite, tra le quali, sotto un velo di rispettabilità, ce ne sono di perniciose per la religione e i costumi…
Maria Teresa d’Austria fu, oltre che una sovrana illuminata, una madre prolifica (ben sedici figli) e attenta. Considerando che di questi figli molti si sarebbero seduti sui troni d’Europa l’attenzione era d’obbligo. Consigli matrimoniali alle figlie sovrane raccoglie una piccola parte del ricco epistolario tra l’imperatrice e cinque delle sue figlie, tutte destinate a corti straniere. Con “attenzione materna” non dobbiamo intendere una tendenza a coccolare o viziare: Maria Teresa ci tiene a essere sempre presente per ricordare quei doveri di moralità e servizio che lei considera indispensabili per un buon sovrano, e grandissima è l’ansia per quelle figlie che mostrano di avere scarse o altre attitudini. Non mancano ovviamente, oltre a un sincero affetto materno e ai continui consigli sulla condotta e le abitudini (dalle letture, ai pasti, agli svaghi ecc), le indicazioni per districarsi con scaltrezza nella vita di corte, per portare dalla propria parte il marito senza che egli se ne accorga, per ravvivare la vita intima, per rendersi amata ai sudditi… Consigli matrimoniali alle figlie sovrane è un libretto interessantissimo, che mostra quanto fosse labile e complicato il confine tra sfera privata e sfera pubblica nell’ancien régime, e quanto la politica e l’opinione pubblica fossero influenzabili dalle piccolezze della vita di corte.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER