Corpi d'acqua

Corpi d'acqua


Una relazione “adulta” che nasce e finisce senza pretese, ma non per questo senza un pizzico di dolore e nostalgia, con il filo conduttore rappresentato dall'acqua... L'attesa dei risultati delle elezioni politiche nella giornata di un laureato neo-disoccupato, ritratto attuale di una generazione senza speranza... La storia di una solitudine, di un desiderio d'amore che si converte in pazzia... Un'infanzia passata nello “sgabuzzino delle scope”, annusando l'ammoniaca, che segnerà per sempre la vita di Davide... Una storia d'amore tanto perfetta da essere vera solo attraverso il telefonino... Un assurdo viaggio a Bangkok, la Città degli Angeli, seguendo un fantasma...
Non è facile scrivere un racconto. Non è nemmeno così facile pubblicarlo. Fare una raccolta con 15 racconti/raccontini scritti da altrettanti giovani scrittori di talento lo è ancora meno. Ma mi sento di dire che Voras edizioni ha colto nel segno pubblicando Corpi d'acqua, un'antologia di quindici racconti che girano intorno ad un tema comune: l'attesa. Ogni autore offre la  propria, personalissima interpretazione di un tema che da sempre ha affascinato scrittori di ogni epoca (basti pensare ad Aspettando Godot di Beckett, a cui immancabilmente rimanda anche uno dei racconti) e ognuno riesce a modo suo a provocare una reazione nel lettore, che sia sconcerto, rifiuto, partecipazione, compassione o pena. Divertentissimo e memorabile nella sua tragicomicità il racconto che vede come “oggetto del desiderio” nientepopodimeno che Franco dei “Ricchi e Poveri”, terribile nella rappresentazione dell'egoismo e della freddezza umana è “Il Vicino di Casa”, estremamente toccante “La geometria degli inganni”, storia di una dissoluzione famigliare vista dagli occhi di un ragazzino di 12 anni. Sono solo alcune istantanee della società attuale, delle speranze di un'umanità piccola, sempre in bilico tra sogni di grandezza e felicità e la cruda realtà di ogni giorno. Sono ritratti delineati  con pochi tratti decisi, da divorare velocemente, ma che lasceranno un segno nel lettore: uno spunto di riflessione, una risata, un senso di inquietudine o di empatia. Da leggere anche le presentazioni degli autori: corte, originali, alcune veramente divertenti, in ogni caso anch'esse parte dell'opera. Un libro consigliato, che non deluderà gli amanti del genere e che da voce ad alcuni giovani talenti del panorama italiano.

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER