Corrierino delle famiglie

Corrierino delle famiglie
Giovannino, Margherita, Albertino e la Pasionaria sono una famiglia normale: quell'eroica normalità che li rende amabili. In casa Guareschi l'educazione è una legge di natura, gentile e umana. Segue le regole del vivere quotidiano, rifugge il sentito dire, la corsa al mostrarsi altro da sé e i vezzi comici e autoritari dei genitori più impreparati. Una casa dove il parere dei più piccoli è tenuto sinceramente in considerazione, dove la cura per gli oggetti, le persone e gli animali non passa mai attraverso la prevaricazione. Un garbato e dolce scambio di ruolo tra padri, figli, mogli e figlie, dove tuttavia non viene mai perso il rispetto dei ruoli stessi. “La storia dei milioni di uomini comuni che, con la loro assennata mediocrità, tengono in piedi la baracca di questo mondo”...
Dopo aver letto Corrierino delle famiglie l'imperativo che vorresti urlare al vicino di casa, al parroco, al farmacista è “Riscopri Guareschi!”. Se i professionisti del richiamo alla sacralità della  famiglia si rifacessero ogni tanto alle storie di Giovannino, il termine “famiglia” riacquisterebbe finalmente un senso. Il fatto che non lo facciano ci dà la misura di quanto la moneta si sia capovolta dalla testa alla croce. Nelle storie di Guareschi esistono ancora le banconote da cinquecento lire e la bicicletta è ancora un oggetto prezioso e poetico. Il motore di tutto è un tenero, umano, spontaneo e costante dialogo tra genitori e figli, basato sul valore delle piccole cose e  un'incrollabile e appassionata dedizione al quotidiano. Una famiglia che ha il sapore di conserva di pomodoro, impasto di biscotti, purè di patate, cioccolata, polenta e acqua di mare; che odora di legna da ardere, nafta e colla coccoina. Non c'è la tecnologia a disturbare, ad imporre i suoi ritmi serrati e incuranti. La velocità è quella di un treno espresso da dove ancora si può salutare con la mano, dal quale osservare un mondo che lentamente si sta allontanando, ma al quale dovremmo aggrapparci con tutte le nostre residue carezze.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER