Croccantissima

Genere: 
Articolo di: 
“I'm bitter, I'm twisted, James Joyce is fucking my sister”. Così inizia Potato Junkie, la canzone irlandese che sto ascoltando a tutto volume mentre tengo d'occhio l'uscita del bus. Se sale il controllore dovrò fare due movimenti semplici: buttare il quaderno nello zaino e schizzare via senza dare nell'occhio. Orecchie nelle cuffie, James Joyce e mia sorella. Occhi sul controllore, il biglietto non timbrato. La mente, invece, pensa a mille euro, a quei mille euro che devo dare a Giacomo ora che ha fatto i suoi conti. Farete metà per uno, no? Così mi ha detto. Vi sentite ancora? No, Giacomo, non la sento più, ma che te lo spiego a fare. Figurati se la chiamo per mille euro. Da quant'è che non ci sentiamo? In qualche modo li metto insieme, Giacomo, è una cifra di tutto rispetto, mi ci vuole un po' ma li metto insieme, fidati di me. Dove sarai finita, Marta?
È davvero una bella scoperta questo piccolo racconto chiamato Croccantissima di Simone Rossi, uno scrittore che è anche musicista o un musicista che è anche uno scrittore. In effetti il confine tra queste due espressioni dell'arte è davvero sottile, così che a farne le spese (una spesa di tutto rispetto) è una scrittura dall'andamento incostante, spezzato, quasi free jazz, come un musicista da strada che ti affascina per quel suo stile poco accademico e assolutamente spontaneo. La storia, forse, è poco importante, e dico forse perché, lo ammetto, non l'ho nemmeno capita fino in fondo, piacevolmente confuso da questo flusso costante di aneddoti (veri? inventati?), riflessioni, cazzate, testi musicali in più lingue e bellissime illustrazioni dallo stile quasi zen come tutto l'apparato grafico (ottimo) che confeziona il volume. Croccantissima non poteva che essere una autoproduzione: per 10 euro l'autore ve lo spedirà a casa con tanti ringraziamenti, oppure potete leggerlo gratis in ebook da qui. In alternativa potete cercare Simone ovunque stia suonando adesso in giro per il mondo: è probabile che vi regalerà il suo libro in cambio di una birra, di una chiacchierata o se riuscirete a dirgli dov'è finita Marta.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER