Cuorebomba

Rosario è un ragazzino sveglio e affamato di vita. Piazzato da una volontà imperscrutabile a vivere in un quartiere degradato di Palermo, il Brancaccio, è impegnato ogni giorno a difendersi dagli attacchi di un’esistenza che quasi parrebbe non sentire ragioni. Sempre costretto a tenere gli occhi aperti per difendersi da chi in quel quartiere di buone intenzioni non ne ha, Rosario non riesce a trovare la tranquillità di cui avrebbe bisogno un bambino della sua età neanche a casa. Il padre infatti ha una seconda famiglia, con un’altra donna e un altro figlio, e come se questo non fosse già sufficiente a distruggere Rosario e sua madre, l’uomo viene pure arrestato per spaccio di sostanza dopanti. Maria allora, madre di Rosario, del tutto incapace di sostenere il peso della situazione, si ammala di anoressia. Ed è a questo punto che l’ombra lunga dei tanto temuti servizi sociali cala su Rosario, adombrando e poi rabbuiando l’intero mondo del ragazzino. Maria è costretta ad andare in una clinica per disturbi alimentari, Rosario in una casa famiglia. Con sé ha solo i suoi amati libri, romanzi che lo fanno viaggiare e che lo aiutano in un momento difficile. Ed è grazie a queste letture, infiammato ed entusiasta, che Rosario decide di voler fronteggiare quel sistema maligno e corrotto che lo ha separato dai suoi affetti, dalla sua casa. Una vera e propria guerra contro un nemico infinitamente più grande di lui che avrà come premio finale il ricongiungimento con la madre. Uno scontro complicato e doloroso, ma per fortuna dalla sua parte c’è Anna, una ragazza misteriosa e che attrae Rosario in un modo che prima non aveva mai sperimentato…

Dario Levantino sa esattamente come arrivare dritto al cuore. Sa come arrivare dritto al cuore dei suoi personaggi, sa come arrivare al cuore dei suoi lettori. Ha la grande capacità, rara e bellissima, di scavare in profondità nell’animo umano fino a toccare il nocciolo delle esistenze di cui narra. E attraverso quel nucleo, attraverso quel magma vitale, ha la capacità di rendere le esperienze di cui racconta tanto universali da permettere a chiunque di potercisi rivedere. Attraverso la materia delle sue storie, attraverso le azioni dei suoi personaggi, attraverso dei sentimenti tanto reali e infinitamente struggenti da accomunarci tutti. Levantino, nato a Palermo nel 1986, è al suo secondo romanzo. Di niente e di nessuno, uscito sempre per Fazi nel 2018, è stato un successo di critica e ha vinto diversi premi, tutti a testimoniare la bellezza di un esordio felicissimo e la bravura di un autore che andrà lontano. Con Cuorebomba Levantino conferma la sua statura autoriale, conferma un’eccezionale intelligenza emotiva e una splendida capacità di riversare il risultato di queste sue qualità in romanzi dalla trama interessante, dai temi contemporanei e dallo stile limpido. Insomma, Cuorebomba è un gran bel romanzo, forte e che intrattiene. E Levantino è un autore molto, molto bravo, con tanto da dire e con la voce giusta per dirlo.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER