Curare il diabete senza farmaci

Curare il diabete senza farmaci

Il diabete è ormai una patologia talmente diffusa, in particolare nel Nord America e nell’Europa occidentale, da sembrare una condanna inevitabile: ad un certo momento della propria vita si comincia a soffrirne e la prescrizione di farmaci ipoglicemizzanti a dosaggi sempre più alti è l’unica via per ritardare più possibile le complicanze anche gravi che questa patologia porta con sé. Anche il diabete di tipo 1, quello conosciuto come “giovanile”, è in forte aumento e le cause sono ormai tutto meno che sconosciute. Da un punto di vista alimentare nella maggior parte dei casi i medici consigliano diete in cui vengono limitate le quantità di alimenti ad alto tenore di zuccheri, diete che in genere i pazienti fanno grande difficoltà a seguire. Eppure nei Paesi del mondo in cui l’alimentazione tradizionale prevede grandi quantità di cereali e verdure, Giappone, Africa, Sud America, Cina, il diabete è una malattia limitata ad una percentuale molto ristretta della popolazione. Almeno fino a quando un giapponese, per esempio, non si trasferisce in Nord America o le più note catene di fast food cominciano a colonizzare quelle aree del mondo, snaturandone l’alimentazione. Allora sì, obesità e diabete si diffondono…

Il dottor Barnard è professore presso la George Washington University nonché fondatore della Physicians Committee for Responsible Medicine e non stupisce che con questo volume si rivolga direttamente ai pazienti, in modo semplice, chiaro e facilmente comprensibile, con l’intento, almeno così è dichiarato, di rendere consapevoli le persone affette da diabete che con un’alimentazione priva di alimenti di origine animale e tenendo sotto controllo il contenuto di grassi è possibile limitare i danni della patologia e ridurre al minimo l’utilizzo dei farmaci. La raccomandazione di affidarsi sempre al proprio medico curante è ben chiara, così come l’intento del libro. Proprio per questo sorprende la scelta di tradurre il titolo originale, Dr. Neal Barnard’s Program for Reversing Diabetes, nell’italiano Curare il diabete senza farmaci, più accattivante ma anche assai fuorviante. Una nota anche sulla prefazione italiana a cura del dottor Federico Bellavere, il cui linguaggio altamente tecnico si rivolge più alla classe medica che non ai pazienti, al contrario delle intenzioni dell’autore. Utile la parte finale del testo dedicata alle ricette a cura di Bryanna Clark Grogan, nonostante qualche refuso sui numeri di pagine a cui si fa riferimento, probabilmente per una differente impaginazione rispetto all’originale.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER