Disordini sentimentali

Disordini sentimentali

Stefano ama l′avventura. Cresciuto leggendo Jack London e Francisco Coloane, soffre sulla terraferma e nutre il sogno di farsi marinaio. Così poco più che maggiorenne si imbarca sui cargo e parte, tra Africa, India e Sud America. Per quattro anni la sua vita è un viaggio, fino a quando recupera una cartolina in bianco e nero di sua nonna Miranda, emigrata molto tempo prima in Canada, e decide di seguirne le tracce, guidato da quell′immagine ritrovata e dalle poche righe scritte sul retro... Mara Marassi detta Winnie ha trentacinque anni, fa l′attrice, è bella, vissuta, occhi verdi e naso all'insù. Conosce Massimiliano in occasione di un aperitivo in un giardino che affaccia sul lago di Como, a Cernobbio, all’imbrunire. Lui è un regista di cinquant′anni, affascinante, che la desidera fin dal primo momento... L′amore, Matteo Villa lo incontra a quattordici anni; frequenta con lui la scuola di vela di Monfalcone ed è bellissima: bionda, occhi colore del mare, sottile. Diventa presto la sua ossessione, la sogna di notte, la ammira di giorno, se ne innamora perdutamente. L’ultimo giorno di scuola trova così il coraggio di parlarle: lei lo guarda gelida, e gli mostra la sua completa indifferenza... Francesca è una donna dalle tante vite. Nella terza, quella contrassegnata da una visione zen e fatalista della vita, dalla classificazione degli uomini nelle tre tipologie dosha, incontra - per un buffo gioco del destino - un basso baritono, dalla carnagione ambrata, elegante, carismatico che le toglie il respiro...

Disordini sentimentali: quasi fosse un manuale di medicina che illustra nove casi clinici. Senza terapia, purtroppo e per fortuna, senza indicazioni, procedure ed esiti, ma solo esordio e sintomatologia. Un libro che illustra la potenza dell′amore, creativa e distruttiva, e ci porta a vivere situazioni anche estreme, in nome di un sentimento che troppo spesso viene adulterato dalle proprie manchevolezze. Vera protagonista del libro è la scrittura di Corrias, così perfetta riga per riga, parola per parola, tenuta abilmente sotto controllo e che descrive i personaggi in modo talmente ricco e poetico che vi ritroverete a tornare indietro nella lettura per assaporare lentamente e con maggior gusto ogni singola frase. Questo talento dell′autore rende amabili e comprensibili anche protagonisti decisamente borderline e ci fa appassionare a storie a volte un po′ distanti dalla vita quotidiana, che si intrecciano l′una con l′altra in un gioco ad incastro. Quello che rimane dopo la lettura è una strana sensazione di vuoto, quasi ci fossimo annullati anche noi lettori vivendo storie bellissime e tragiche insieme, svuotati e senza forza come in seguito ad una malattia; dopo un disordine sentimentale, appunto. E con la voglia di recuperare passo dopo passo, magari iniziando da una passeggiata mano nella mano con il proprio partner, dalle cose semplici. Che, forse, rimangono sempre le migliori.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER