Doctor Who - Toccato da un angelo

Doctor Who - Toccato da un angelo
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
10 ottobre 2003. La pioggia cade forte sul parabrezza, mentre l'auto di Rebecca avanza per una strada di campagna buia e deserta. Il mal di testa non le permette di guidare bene. Una curva presa troppo stretta ed all'improvviso un camion le appare davanti a fari spianati. Rebecca sterza di colpo, ma inutilmente. Quando riapre gli occhi si ritrova catapultata fuori dall'auto senza riuscire a muoversi. Le luci d'emergenza del camion si accendono e si spengono, illuminando di arancione per pochi istanti il campo intorno a lei. Una cosa la sorprende più dell'incidente: nel campo vede una statua. Una donna dagli abiti velati, un paio di ali, i capelli raccolti e le mani sul volto come se stesse piangendo. Le luci si spengono e si riaccendono. Ora la statua sembra più vicina e sembra fissare Rebecca. Le luci si spengono e si riaccendono. La statua è ancora più vicina adesso, le mani protese in avanti e sul volto un'espressione feroce. Eppure la statua non si era mossa...
Solitamente le novellizzazioni o gli adattamenti sono sempre testi a rischio: possono deludere, sembrare troppo limitate dalla loro controparte cinematografica, oppure magari sorprendere. In altre parole, vi ci si potrebbe accostare con qualche pregiudizio. Non è il nostro, però, nessuno di questi casi limite. E poi come resistere... ad un'altra avventura del Dottore? Contro gli Angeli Piangenti poi! Probabilmente una delle nemesi più riuscite dell'undicesimo Doctor Who. Angeli piangenti è sinonimo di viaggi e paradossi temporali – si cibano dell'energia temporale delle loro vittime spedendole indietro nel tempo di cinquanta, sessant'anni - un tool narrativo che Morris riesce a sfruttare piuttosto bene. Probabilmente, quelli che un po' fanno le spese del genere sono proprio i personaggi del Dottore e dei suoi companions Amy Pond e Rory Williams, inevitabilmente fedelissimi ai personaggi della serie tv, ma per questo anche ben stipati nei loro ruoli senza che vi si aggiunga niente di nuovo. Una lettura semplice e veramente scorrevole ed, in ogni caso, un'avventura inedita di Doctor Who.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER