Draco - L’ombra dell’imperatore

Draco - L’ombra dell’imperatore
L’imperatore Costantino è ormai morto da venti anni. Siamo nel 355 d.C., l’Impero romano è allo sbando, i barbari alemanni tentano di sfondare i confini dall’esterno mentre all’interno i vari generali, gonfi di orgoglio, provano a ottenere il potere autoproclamandosi imperatori. Costanzo II, imperatore d’Oriente, preso dalla paranoia più totale di perdere il potere, crea una squadra di spie e sicari per eliminare ogni potenziale e pericoloso pretendente al trono. Nel frattempo Victor, soprannominato Draco, appartenente alla popolazione dei Franchi, protegge nell’ombra Giuliano, il prossimo imperatore designato. Victor è freddo e implacabile e la sua unica missione è proteggere il giovane da qualsiasi attacco proveniente da Costanzo. Il franco eseguirà ogni ordine affidatogli e tenterà di addestrare Giuliano all’arte della guerra. Il giovane però preferisce in maniera netta le lettere e la filosofia alle armi e soprattutto crede ancora agli dei pagani, rifiutando il Cristianesimo, ormai diventato religione di stato. In molti tramano nell’ombra quindi per contrastare la successione al trono di Giuliano e quindi quest’ultimo scoprirà a sue spese che la realtà è molto più amara rispetto a quanto raccontato all’interno dei suoi amati libri e volumi. Intanto tutt’attorno la decadenza dell’Impero appare sempre più veloce e battaglie, tradimenti, inganni ma anche amicizie e amori si susseguono con la stessa vorticosa rapidità…  
Massimiilano Colombo è un giovane scrittore bergamasco con la passione per la storia antica e le battaglie del passato, compresa l’oggettistica e il modellismo legati a questo mondo. Una passione che ha perfino portato l’autore a partecipare a vari concorsi e manifestazioni nazionali e internazionali del settore, così come a collaborare con varie riviste specializzate. Questo è il suo terzo romanzo dopo La legione degli immortali e Il vessillo di porpora. Draco - L’ombra dell’imperatore è sia fedele nel riportare episodi storici sia avvincente per la trama intricata e ben congegnata. Il periodo storico e i personaggi sono magistralmente descritti e tratteggiati, tanto da far sembrare al lettore di essere entrato in una vera e propria macchina del tempo fin dalla lettura della prima pagina. Draco in special modo è tratteggiato in maniera molto efficace e realistica, dapprima come subdolo antieroe opportunista e successivamente come leale e devoto amico di Giuliano. Colombo si conferma insomma un ottimo autore romanzo dopo romanzo, e in questo caso tratta di un periodo storico tanto delicato quanto poco conosciuto. Quella di Giuliano l’Apostata fu un’epoca infatti che vide momenti di grande tensione, dalla Gallia fino a Costantinopoli. L’opera inoltre, nonostante l’ambientazione così lontana nel tempo, offre numerosi spunti di riflessione anche sulla modernità, soprattutto per quanto concerne l’intolleranza religiosa, attuale tanto al tempo del Basso Impero quanto oggi. Un consiglio: da leggere in compendio allo splendido Giuliano di Gore Vidal. 

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER