Eleanor Rigby

Eleanor Rigby
1997. Liz Dunn è forse la donna più sola in tutto il Canada: è sovrappeso, ignorata dagli uomini, guardata con sospetto dai parenti, ha un lavoro noioso, una casa arredata malissimo e i denti del giudizio che le fanno male. A sconvolgere questa calma piatta arriva una telefonata dal Pronto Soccorso: un giovane di nome Jeremy, apparentemente in overdose, ha un braccialetto sul quale c'è scritto di chiamare proprio lei in caso d'emergenza. Jeremy è il figlio segreto concepito da una sbronza teenager di nome Liz Dunn durante una gita scolastica a Roma, e che è stato dato in affidamento dopo la nascita. L'arrivo di Jeremy scatena una serie di eventi e di ricordi che cambieranno la vita immobile di Liz Dunn per sempre...
Evitando le trappole del melodramma e dell'esercizio di stile, Coupland racconta la storia/le storie di 'all the lonely people' (e quindi di noi tutti) con gusto e talento, dando vita ad un personaggio femminile tra i più adorabili e azzeccati degli ultimi anni. Tenero, arguto, divertente e commovente al tempo stesso, Eleanor Rigby esplora le vie della solitudine, i modi nei quali si impossessa delle nostre vite e le avvelena. La narrazione procede a colpi di flash e di flashback, sempre percorsa da un'elettricità forse a basso voltaggio, ma potente abbastanza da emozionarci dalla prima all'ultima pagina.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER