Electric dreams

Una folla bracca un anziano per la strada di una grande città. Lo accusano di indossare un “cappuccio”, cioè una sottile striscia di metallo intorno alla testa – che lui ha ingenuamente nascosto sotto ad un cappello – che impedisce ai telepati di leggergli la mente. Se sente l’esigenza di nascondere i suoi pensieri vuol dire che ha qualcosa da nascondere, se ha qualcosa da nascondere vuol dire che è pericoloso. Ferito, l’uomo viene raccolto da una roboauto della polizia. È solo l’ultimo caso di un fenomeno in forte aumento: qualcuno – un individuo misterioso che ama definirsi “il fabbricante di cappucci” – spedisce a migliaia di persone che sceglie in base a criteri ignoti le fascette di metallo che bloccano le sonde telepatiche. A cosa mira questa strategia? Le autorità se lo domandano, mentre aumentano le pressioni per approvare una legge che renda obbligatorio sottoporsi alla telepatia… Lontano futuro. Il capitano di un’astronave commerciale riceve la bizzarra richiesta di una vecchietta di trecentocinquant’anni, assistita da un robot servitore. È una delle persone più vecchie che esistano, Irma Vincent Gordon, e prima di morire vuole viaggiare fino alla Terra, il pianeta verde di cui gli raccontava sempre suo nonno quando era bambina. Il problema è che la Terra – è stato ampiamente dimostrato – è solo una leggenda, il mitico pianeta da cui proverrebbe l’uomo, che ha colonizzato tutta la galassia. Gli scienziati ritengono certo che si tratti di una favola, e che la civiltà umana in realtà si sia sviluppata su moltissimi pianeti contemporaneamente e indipendentemente. Il capitano prova a dissuadere la vecchietta, ma lei non sente ragioni e offre una cifra astronomica per il viaggio. Così l’uomo organizza una beffa crudele: si documenta su tutte le leggende che riguardano la Terra, sceglie un pianeta che potrebbe avere le caratteristiche del mitico mondo madre e fa rotta verso là…

Questa antologia raccoglie i dieci racconti sui quali si basa la prima stagione della serie televisiva Philip K. Dick’s Electric Dreams, prodotta da Channel 4 e Sony Pictures Television e disponibile su Amazon Prime Video: Il fabbricante di cappucci, Il pianeta impossibile, Il pendolare, Vendete e moltiplicatevi, Un pezzo da museo, Umano è, L’impiccato, Autofac, Foster, sei morto e La cosa-padre. Ciascun racconto è preceduto da una breve introduzione firmata dallo sceneggiatore del relativo episodio della serie: nell’ordine Matthew Graham (Life on Mars, Childhood’s End), David Farr (The Night Manager), Jack Thorne (The Last Panthers, National Treasure), Tony Grisoni (Paura e delirio a Las Vegas, Cose di questo mondo), Ronald D. Moore (Battlestar Galactica, Outlander, Star Trek Deep Space Nine), Jessica Mecklenburg (Stranger Things, Gipsy), Dee Rees (Pariah, Mudbound), Travis Beacham (Pacific Rim, Scontro tra Titani), Kalen Egan (L’uomo nell’alto castello), Travis Sentell (Fluid), Michael Dinner (Justified, Sneaky Pete) ci svelano gustosi retroscena sul perché hanno scelto di adattare proprio quel racconto di Philip K. Dick e su quali aspetti in particolare hanno deciso di concentrarsi nella loro sceneggiatura. È questa l’unica novità degna di nota di un’antologia che propone racconti ovviamente ben noti agli appassionati. Diversa la questione per i lettori neofiti, che potrebbero avvicinarsi all’opera di Dick proprio per merito della serie e di questo libro, che ai loro occhi ne è un’emanazione. Sono i benvenuti, con la speranza che da queste dieci piccole gemme partano per esplorare la produzione letteraria sterminata di uno degli scrittori più visionari, originali e geniali del Novecento.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER