Epidemia mortale

Epidemia mortale

Kenya, Mandera Referral Hospital. Il dottor Elim Kibet si sta riposando nel suo ufficio quando ad un tratto arriva un infermiere a chiamarlo. Il dottore si affretta nella sala visite e vi trova due occidentali: uno è in piedi, l’altro si sta contorcendo in un lettino, emana un forte odore di diarrea e vomito. Il dottore teme il peggio, l’ebola: il paziente ha la febbre altissima, e gli occhi iniettati di sangue. La stanza viene isolata, il giovane messo in quarantena. Subito dopo Elim è chiamato all’ingresso della struttura: c’è un’altra persona che mostra gli stessi sintomi. Il dottore non può allora astenersi dal contattare il Ministero della Salute: è in corso un’epidemia… Berlino, Concord Hotel. Desmond Hughes si risveglia senza sapere chi è né come è arrivato lì: in tasca si trova la ricevuta di una lavanderia su cui è scritto un codice, che non riesce subito a decifrare perché distratto da quanto si para davanti ai suoi occhi. Un cadavere che risponde al nome di Gunter Thorne, come scritto sul biglietto da visita. Accanto al corpo c’è il conto dell’albergo, su cui ne è scritto un altro di nome, il suo. Presa coscienza di questi fatti, si dedica alla decifrazione del codice, che lo porta a chiamare una certa Peyton Shaw e a dirle che è in pericolo. La telefonata è però interrotta da due poliziotti che bussano alla porta: Desmond deve fuggire da lì… Atlanta. La dottoressa Peyton Shaw dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) viene svegliata dalla chiamata alquanto strana di Desmond. Si riaddormenta, ma viene nuovamente disturbata: Jonas Becker, l’epidemiologo tedesco che lavora per l’OMS, la sta contattando. È in corso un’epidemia in Kenya e presto, con molta probabilità, dovrà recarsi lì con la sua squadra...

Già autore di Atlantis saga – che comprende Atlantis Genesi, Atlantis Secret ed Atlantis Code ‒, Riddle se ne esce con un altra serie, Extinction files, di cui solo il primo libro – ovvero questo – è stato tradotto, per ora, in italiano. In questo romanzo fantascientifico accade di tutto: se uno studio hollywodiano volesse trarne qualcosa, dovrebbe indirizzarsi verso la produzione di una serie tv, per quanto materiale c’è. Dalla pandemia ai gruppi terroristici, dalle sette segrete alle start-up, dalle sparatorie ai segreti tra parenti: nessun argomento sembra intrattabile per questo libro. Sembra davvero che Riddle abbia fuso insieme ‒ anche piuttosto coerentemente e con un filo logico impeccabile, a dire il vero ‒- gli argomenti che stanno più cari all’americano medio, che ne stimolano l’attenzione, ovviamente facili da digerire e con zero riflessione dietro: una nuda e cruda lettura di piacere. Peccato solo per la lunghezza del volume, che forse scoraggia un po’ la lettura e inevitabilmente causa cadute di tensione, tuttavia facilmente sormontabili. Da elogiare è invece il lavoro certosino di Riddle, che giocoforza si è andato a spulciare tutto il sistema dei CDC statunitensi, ha sicuramente affrontato letture su come viene gestita un’epidemia ed in particolare quale strategia è stata adottata per l’ebola.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER