Francino

Francino
Francesco D'Assisi è senza dubbio il santo più amato dai cristiani d'Italia e forse d'Europa, ed è - caso unico - guardato con estrema simpatia anche dal popolo dei non credenti, perché incarna (più o meno a proposito) nell'immaginario collettivo il rifiuto del potere temporale della Chiesa e di tutto l'apparato dogmatico e rituale del cattolicesimo e il ritorno ad una religiosità più semplice ed innocente, ad un rapporto diretto uomo-Dio, senza mediazioni e annacquamenti. Senza contare la sua reputazione di ambientalista ante litteram, che ne ha fatto il simbolo di innumerevoli battaglie ecologiste e animaliste. Ma la vita terrena di Giovanni Moriconi detto Francino d'Assisi, al di là dei miti dell'agiografia ufficiale, giustifica davvero questa fama imperitura?
Lo psichiatra Giuseppe F. Merenda mette a confronto tutte le fonti storiche disponibili, dando vita ad una 'sinfonia' di voci e documenti che ci restituisce la figura di un uomo (e non di un santo) affetto da nevrosi e gravi psicosi, una figura interessante e anticonformista, certo, ma molto lontana dai ritratti idealizzati ed edulcorati generalmente diffusi. Un libro irriverente, coraggioso, a tratti scomodo, e venato da un umorismo dissacratorio che è il benvenuto in tempi di grigio conformismo e di eclissi del pensiero laico.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER