Gli eredi

Laura Schrader è già da molte ore nella stanza dedicata agli interrogatori dell’ospedale in cui è rinchiusa, ma non smette di raccontare la sua agghiacciante storia. Robert Winter non sa come interpretare le inquietanti rivelazioni della donna di fronte a lui, come psicologo è abituato a dover decodificare pensieri e strani ricordi, ma il tempo stringe. Il poliziotto Frank Bennell attende con impazienza il suo giudizio e qualche indizio certo da cui partire, il mistero del paese sul lago è quanto mai intricato e anche il dottor Markus Lipinski, che ha in cura la paziente, non riesce a comprendere: Laura è stata rinvenuta semi incosciente dentro una macchina rubata, distrutta in un incidente d’auto. A trovarla è stato l’ex marito di sua sorella Susanne, Patrick Landers, che certo non poteva aspettarsi che, aprendo il baule dell’auto, avrebbe scorto il corpo senza vita di sua figlia Mia, ancora una bambina, con il cranio fracassato. Laura Schrader ripercorre gli eventi che l’hanno condotta a quell’istante, ma crederle è veramente troppo difficile, quello che racconta è tremendamente visionario e inquietante, e tutti coloro che l’ascoltano preferiscono pensare che la sua condizione di donna incinta e il trauma dell’incidente giochino un ruolo determinate sulla sua follia…

Wulf Dorn torna dopo il successo de La psichiatra e di Incubo, bestseller internazionali, con un nuovo inquietante thriller ad alta tensione nel quale verità e finzione si mescolano sapientemente. Un libro costruito sul delicato e sfumato limite tra surreale e reale, in cui la verità sembra la cosa meno credibile e più spaventosa tra tutte. I vent’anni trascorsi come logopedista in una clinica psichiatrica hanno evidentemente gettato i semi per questa storia, che per sua stessa ammissione, pur essendo inventata, poggia solide basi su fatti di cronaca realmente accaduti, riportati nel libro come intermezzi e titoli di giornali all’interno della narrazione. Storie nella storia dedicate ai bambini e alle violenze che contro di loro si perpetuano ogni giorno. Una forte condanna dell’autore che non risparmia certo al lettore immagini crude e violente. Un romanzo dal ritmo serrato che tiene incollati alle pagine, macabro e fosco, che tenta di porre un faro sui grandi crimini che l’essere umano compie sull’intero pianeta e sulle creature più fragili che lo abitano.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER