Goya

Goya
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Francisco Goya non è stato l’artefice di un’immediata influenza sull’evoluzione della arte pittorica spagnola e del resto d’Europa. Non è stato il capofila di un movimento avanguardistico internazionale capace di destare scalpore come sarà Tommaso Marinetti per il Futurismo o André Breton per il Surrealismo. Ma sarebbe riduttivo e ingeneroso considerarlo “soltanto” uno dei maggiori pittori della sua epoca. Non a caso molti dei suoi biografi si sono rivelati concordi nel reputarlo anche uno dei pensatori più arguti le cui opere artistiche, macinando i colori con le idee, costituiscono di fatto un contributo filosofico. Da un’approfondita analisi delle arti figurative degli ultimi due secoli emerge in tutta la sua evidenza il ruolo fondamentale svolto da Goya nel loro profondo rinnovamento. L’affermarsi dell’illuminismo e un’oscura malattia da lui contratta nel 1792 sono gli accadimenti che inducono il pittore a lasciare la comoda e rassicurante figura di artista di corte. Da allora le sue opere divengono espressione dei rovelli intellettuali che agitano l’animo umano dinanzi ai nuovi, imprevedibili flussi storici…

La vicenda intellettuale di Tzvetan Todorov – nato a Sofia nel 1939 e direttore di ricerca onorario al Centro nazionale di Ricerca Scientifica di Parigi ‒ è sicuramente emblematica di un percorso di non comune coerenza e fedeltà a un forte progetto interno: la necessità insopprimibile di individuare il punto esatto in cui l'invasività della storia produce la fine di ogni sacralità nelle sue diverse forme di espressione artistica. L’analisi culturale, mai disgiunta dal contesto storico in cui e da cui essa viene generata, costituisce dunque per il saggista una scelta ineludibile. È questa la ragione per cui anche per quel che concerne questo testo non potremo parlare di una fuga dal mondo nel compiacimento della propria personale erudizione, ma del ricorso a uno strumento di rieducazione al senso critico. Nella presente circostanza egli ci consegna, non a caso, un testo che non costituisce una maniera distaccata e convenzionale di interpretare l’arte di Goya; ma la rilegge alla luce degli effetti prodotti dalla cruenta invasione spagnola condotta dall’armata napoleonica in palese contraddizione con le teorie illuministe che si diffondevano al seguito di questa. Acuto e stimolante, divulgativo e insieme colto, il nuovo libro di Todorov diviene perciò la vibrante presa di posizione di un intellettuale, cui non fanno difetto il coraggio di addentrarsi nella foresta ombrosa della materia e la consapevolezza di ricavarne elementi utili al lettore.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER