Guardare avanti

Guardare avanti
Non si può certo dire che la vita di George Herbert Walker Bush non sia stata avventurosa: aviatore della United States Navy, imprenditore petrolifero di grande successo grazie alla sua Zapata Oil, membro della Camera dei Rappresentanti, ambasciatore alle Nazioni Unite, Direttore della CIA e vicepresidente degli Stati Uniti durante la presidenza Reagan. Una vita senz’altro ricca di eventi e avvenimenti che George mette per iscritto poco prima di rivelare la propria candidatura alla presidenza per il Partito Repubblicano…
Esponente di spicco di una delle due grandi dinastie della politica statunitense (l’altra è quella degli ormai estinti Kennedy), George H.W. Bush racconta, con l’ausilio del giornalista Victor Gold, la parabola che lo porterà dal Massachussets fino alle soglie della Presidenza statunitense (che otterrà sconfiggendo il Democratico Dukakis alle elezioni di fine 1988). Il racconto è ricco di aneddoti interessanti e rivela in maniera impeccabile la distanza siderale tra il modo di fare politica in Europa e quello di farla negli Stati Uniti. Uomo pieno di risorse che si è mostrato all’altezza di ogni ruolo che gli sia stato assegnato, Bush senior si rivolge al lettore con una franchezza aristocratica ma genuina, quella di chi, pur avendo raggiunto grandi traguardi, ha saputo far fronte a brucianti sconfitte (ad esempio quella nelle primarie del 1980 contro Reagan) e a vicissitudini di partito spinose e controverse (soprattutto durante l’amministrazione Nixon). L’opera si ferma al 1987 e, prefazione a parte, non tratta quindi della presidenza Bush ma si mostra, indipendentemente dall’inesorabile passare del tempo e dell’inevitabile corso della storia, un’autobiografia piacevole e ben scritta.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER