Guida alla Letteratura esoterica

Se l’esoterismo è la “parte nascosta di un sapere tradizionale che, secondo quanto affermano cultori e iniziati, ha una radice archetipica e si è sviluppato con diverse modalità in tutto il mondo, (…) un sapere riservato a pochi, spesso riuniti in congreghe, gruppi o società”, ciò che rende esoterica una letteratura “è quel quid che fa sì che un romanzo di genere travalichi il genere, (…) utilizzi conoscenze che non sono quelle proprie del periodo e della vita materiale di tutti i giorni ma faccia appello a forze, più o meno benigne, che intervengano dal piano spirituale”. Partendo da queste definizioni giocoforza limitative e inadeguate per descrivere una realtà artistica e filosofica che “trova il suo alveo in quella miriade di ramificazioni che è l’estuario della modernità”, gli autori – dopo aver ripercorso brevemente la storia dell’Esoterismo occidentale dall’antica Grecia a René Guénon – passano a raccontare vita, pensiero e opere di alcuni dei protagonisti dell’Esoterismo e della Letteratura: Apuleio, Paulo Coelho, Aleister Crowley, Arthur Machen, Fernando Pessoa, Emanuel Swedenborg e altri. Si passa poi a una trattazione degli aspetti e degli autori più vicini ai temi esoterici, anche nella storia della Letteratura italiana: si parla tra gli altri di Giosuè Carducci, Gabriele D’Annunzio, Giuseppe Garibaldi, Antonio Fogazzaro, Giovanni Pascoli, Umberto Eco. E poi Alchimia, teorie della Terra cava, Politica ed Esoterismo, pseudobiblia, Qabbalàh, Rosa+Croce, Islam esoterico, Wicca…

A cura di Claudio Asciuti ma con contributi di Glauco Berrettoni, Adalberto Cersosimo, Oskar Felix Drago, Giacomo Giustolisi, Franco Piccinini, questa ponderosa Guida alla Letteratura esoterica mette davvero tanta carne al fuoco, perché la stesura sembra guidata dall’ambizioso, ambiziosissimo intento di fornire un compendio della materia esoterica in generale ancor prima che della sua declinazione letteraria. Questo approccio, se da una parte può instaurare un piacevole complicità tra curatori e lettori più giovani, tende a scontentare un po’ i lettori più smaliziati, che magari avrebbero gradito un focus più centrato sul lavoro di scrittori noti e – soprattutto – meno noti. In questo senso preziosi i capitoli dedicati agli scrittori dell’Esoterismo tedesco (E.T.A. Hoffmann, Friedrich de la Motte Fouqué, Adalbert von Chamisso, Ludwig Bechstein), a Dion Fortune (al secolo Violet Mary Firth l’autrice del memorabile Il dio dal piede caprino), a James Blish o a Margaret St. Claire (al secolo Eva Margaret Neeley) o gli interessantissimi approfondimenti sull’opera e il pensiero di Georges Ivanovič Gurdjieff e Gustav Meyrink o sul Sufismo. Il volume è riccamente illustrato in bianco e nero e corredato da una vasta bibliografia.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER