House of cards 3 - Atto finale

House of cards 3 - Atto finale
Era un tardo pomeriggio di maggio degli anni ‘50. La tarda primavera rendeva i monti Troodos, nel cuoredi Cipro, ancora più splendidi del solito. George, sedici anni ancora da compiere, spronava il suo asinello: stava andando da suo fratello Euripide, più grande e già arruolato nell’EOKA (Ethniki Organosis Kyprion Agoniston, l’Organizzazione Nazionale dei Combattenti Ciprioti che vuole l’annessione alla Grecia e la liberazione dal giogo del colonizzatore inglese) per portare rifornimenti e nuove munizioni a tutta la brigata di partigiani. Ma, la vita, si sa, non va quasi mai come desideriamo. E i due fratelli si imbatterono in una delle pattuglie distaccate sul territorio dell’esercito britannico, loro acerrimo nemico. Non ci fu alcuna pietà per loro: la pietà non era contemplata per il giovane Francis Urquhart, a capo della pattuglia…Tanti anni dopo troviamo il nostro FU ormai saldamente al comando del Governo inglese: è il Primo ministro in carica da più tempo, ha superato anche la mitica Lady di Ferro, Margaret Thatcher. FU ormai vuole solo passare alla storia, trovare un modo per lasciare la sua eredità politica e morale al sicuro. La fine della sua carriera è inesorabilmente alle porte, ma FU è sempre spietato e machiavellico…
House of Cards è, ormai, uno dei fenomeni mediatici più noti: la serie tv è trasmessa fin negli angoli più remoti del globo e lo stesso Obama è da considerare – basti leggere i suoi tweet – uno dei fan più celebri. Misurarsi con un tale livello di aspettative può essere deleterio per chiunque. Invece, sorpresa: della trilogia edita da Fazi e scritta da Michael Dobbs, il terzo libro è davvero il più interessante. Passato e presente si mescolano, si intersecano creando un plot avvincente che riesce a tenere incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina. Lo stile è più immediato rispetto ai romanzi che lo hanno preceduto e, nella sua chiarezza, riesce a mettere in luce in maniera ancora più evidente la spietatezza del potere politico e la spregiudicatezza del nostro FU. Siete anche voi HouseofCardsdipendenti? Non resterete delusi. Anzi.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER