I baci sul pane

I baci sul pane
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Madrid all’inizio degli anni Sessanta ha ancora dei bellissimi quartieri antichi. La divisione tra i “ricchi” e i “poveri” è marcata. Ci sono splendidi palazzi con i portieri che i bimbi guardano estasiati come fossero veri e propri monumenti: vorrebbero tanto viverci, in quegli appartamenti. Ma la Spagna si sta, lentamente, assestando economicamente dopo un lungo periodo di estrema fragilità politica e sociale. Ai bimbi gli anziani insegnano a “baciare il pane” in segno di rispetto per quello che si possiede e nessuno può far domande sul periodo della guerra. Le ferite non si rimarginano così in fretta. Ad ogni domanda, cade sempre un velo di tristezza: i bimbi hanno imparato a non chiedere, gli adulti a dimenticare il passato… Sono passati molti anni dagli inizi della ripresa economica e in un quartiere popolare di Madrid più storie si intrecciano. Ancora una volta il filo rosso è la crisi economica. Amalia scruta dapprima con curiosità e poi con sempre più terrore delle giovani donne cinesi che stanno aprendo un parrucchiere esattamente di fronte al suo. Le toglieranno clienti? Ne ha già perse molte visto che non tutte le donne possono permettersi di frequentare assiduamente la sua attività. Una donna da sola cerca con tutte le sue forze di evitare che l’ospedale del suo quartiere chiuda a causa del taglio dei fondi previsto dal nuovo governo. Charo e sua madre prendono una decisione difficile: abbandonare la città e trasferirsi in campagna per vivere dei prodotti della terra…

Almudena Grandes, scrittrice affermata e molto nota – si pensi al suo controverso Le età di Lulù ‒ si cimenta in questo romanzo con una tematica importante e molto lontana da quelle che l’hanno resa famosa presso il grande pubblico: come si affronta una crisi economica? Come ci si ingegna per poter vivere nonostante il benessere sia ormai lontano dal nostro panorama mentale? Nessuno è esente dal periodo di crisi che viviamo. Ognuno prova ad affrontarlo come sa, come può, ingegnandosi, combattendo, mostrando solidarietà nei confronti delle persone colpite maggiormente. Molte sono le storie che la Grandes intreccia con maestria, fino a fonderle osmoticamente. La scrittura è stilisticamente semplice ma allo stesso tempo di grande efficacia: non ci sono mai pause o battute d’arresto nel flusso narrativo. I baci sul pane è un romanzo corale che si fa leggere tutto d’un fiato, che ci rende partecipi della realtà di un quartiere madrileno che, in piccolo, raccoglie tutta la complessità della società in cui viviamo. I protagonisti vivono le nostre stesse paure, le nostre ansie: il terrore di non arrivare a fine mese con il loro stipendio, di perdere il loro lavoro sempre più precario e privo di diritti sociali, di non vedere prospettive, di essere schiacciati in un eterno presente, di non sapere se saremo in grado di lasciare qualcosa in eredità ai nostri figli. Un romanzo che è in grado di legare passato e presente, di tracciare prospettive per un futuro possibile. Un’opera coinvolgente che, nonostante la tematica affrontata, strappa un sorriso ‒ a tratti amaro ‒ al lettore.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER