I luminari

I luminari
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
1866, Nuova Zelanda. Walter Moody è un giovane scozzese appena sbarcato nella città che spera possa cambiargli la vita. Non c’è infatti miglior posto per “svoltare” che Hokitika, la città dell’oro, meta di tutti i disperati e avventurieri che vogliono far fortuna con le miniere. Intirizzito e malaticcio, si dirige in una locanda in cui, proprio quella sera, dodici uomini con apparentemente nulla in comune si sono riuniti in segreto. La notte del 14 gennaio infatti, appena due settimane prima, un uomo ricchissimo scomparve senza lasciare traccia, una giovane prostituta tentò di suicidarsi e un eremita venne trovato senza vita nella sua capanna. I dodici non erano presenti agli sfortunati eventi, ma ognuno di loro ha in mano un tassello importante per risolvere il mistero...
“Una serie di coincidenze non sono una coincidenza? E cos’era una coincidenza se non un istante in una sequenza che necessitava ancora di una spiegazione?”. È questo il motore che muove I luminari, opera che ha valso alla giovane Eleonor Catton il prestigioso Man Booker Prize: una sequenza lunga quasi mille pagine in cui personaggi del tutto marginali (non i protagonisti, per intenderci) cercano di capire cos’è successo ad altri la notte del 14 gennaio, fornendo però solo indizi secondari e una visione periferica. Un’opera ambiziosa che non sempre riesce a mantenere acceso l’interesse del lettore, che rischia di confondersi nell’infinità di piccoli indizi e di rimanere deluso dall’evolversi della vicenda. È però ammirabile la struttura ispirata allo carta astrologica: dodici personaggi  che rappresentano le caratteristiche dei segni zodiacali e altri sette i pianeti che ruotano intorno alla terra, ovvero la morte dell’eremita. I dodici capitoli inoltre si ispirano alle fasi della luna, diventando sempre più corti e incalzanti al suo calare. Se a questo aggiungiamo l’indubbio fascino dell’epoca della corsa all’oro e dei suoi disperati protagonisti, non ci resta che dire alla più giovane vincitrice nella storia del Man Booker Prize: chapeau!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER