I racconti fantastici di Liao

I racconti fantastici di Liao
Un anziano baccelliere ormai a riposo riceve la visita di un funzionario munito di un dispaccio ufficiale. Condotto dinanzi al giudizio degli dèi ottiene la carica di protettore dell’Honan… In un antico tempio di Pechino, Zhu, licenziato di secondo grado, varca la soglia di un dipinto murale per seguire l’immagine di una fanciulla dalle ciocche ricciute che sparge fiori… Nel corso dell’annuale Festival della Primavera a un mago viene intimato di far comparire dal nulla una pesca. Trattandosi di un frutto fuori stagione non gli resta che far arrampicare il figlio fino in cielo dove le piante non appassiscono mai…  La casa vasta e spaziosa del nominato Geng, ormai in rovina, è visitata nelle ore notturne, tra oscure e misteriose presenze, dai graziosi lineamenti di una giovane damigella a nome Qingfeng… Weng accoglie una fanciulla scappata dall’abitazione di una ricca famiglia a cui i genitori l’avevano venduta come concubina. Ma scopre che sotto la sua pelle dipinta si cela una strega… Xiaoqian è una giovane avvenente che al calare della notte ritorna in vita per sedurre gli uomini e rubare loro il sangue da consegnare agli stregoni… 
Tornano in libreria, per iniziativa della casa editrice milanese La Vita Felice, I racconti fantastici di Liao, in un raffinato volumetto curato da Peter Otiv Norton e ospitato nella preziosissima collana Il piacere di leggere. L’opera, che contiene in appendice il testo in lingua originale, racchiude la più celebre antologia novellistica dell’antica tradizione orale cinese che venne pubblicata per la prima volta in forma stampata nel 1766, quando Pu Songling era ormai deceduto da cinquant’anni. Nei suoi racconti rivive, rivisitato in chiave fiabesca, un repertorio memoriale di vicende leggendarie tramandate dal folclore popolare. Una sorte di Decamerone orientale in cui le compilazioni novellistiche presentano esempi di bizzarri e imprevedibili accostamenti, di metamorfosi tra genere umano ed esemplari del mondo animale, di interazioni tra la consistenza della realtà e gli effetti prodigiosi della magia, tra personaggi in carne e ossa e spiriti provenienti dal mondo delle tenebre. In questa ardita creatività fantastica e sovrannaturale, che danza sula corda vibrante tesa tra sorriso beffardo e registro morale, la scrittura di Pu Songling attua con perfetta felicità le evasioni più caleidoscopiche e sbrigliate, accendendo non poco l’interesse e la passione del lettore.   

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER