Il bazar dei brutti sogni

Il bazar dei brutti sogni

Un’automobile killer che in una stazione di servizio in mezzo al nulla risucchia e maciulla chiunque vi si avvicini… L’avventura di una coppia e di un cane alla ricerca di un pacchetto di sigarette si tramuta in un evento luttuoso e comico al tempo stesso… Un figlio a pranzo col padre malato di Alzheimer si ritrova, sulla via del ritorno alla casa di riposo, a dover affrontare un rissoso, violento e muscoloso automobilista… Pare che il nome di chi dovrà morire a breve sia scritto sulla sabbia di una piccola isoletta… Un condannato a morte racconta al suo avvocato di quell’orribile bambino che lo ha costretto a commettere il gesto più empio che si possa immaginare… Uno sceriffo di buon cuore non crede alla storia dello scemo del villaggio feroce assassino di bambini… Versi lugubri per tanti, troppi defunti… Cosa accade quando, dopo una vita intera spesa a cercare di non peccare, si desidera compiere un piccolo-grande gesto malvagio, magari servendosi di persone insospettabili e bisognose di stabilità?… C’è vita dopo la morte?… Un e-reader in grado di far avverare oscuri eventi di futuri futuribili… Catene di bizzarre coincidenze ed eventi altrettanto bizzarri… Un amore che non conosce fine, nemmeno di fronte alla morte… Un giovane asso del baseball uscito fuori da chissà dove fa le fortune di un team senza particolari fenomeni… Un malinconico commiato alla vita attraverso gli occhi di un anziano omosessuale che ha vissuto il boom dell’AIDS… Un piccolo pensiero per un vecchio amico che credeva nell’utopia degli anni ’60… Un riccone chiede aiuto a un presunto guaritore per estirpare il dolore che gli impedisce di muoversi, con sommo scetticismo del suo medico di fiducia… Cosa faresti se, trafelato e in ritardo per il lavoro, dovessi assistere a un omicidio?… Un irriverente aspirante giornalista scopre di avere il potere di far morire le persone scrivendo immaginari necrologi… Una sfida tra due famiglie si trasforma in uno scontro pirotecnico all’ultimo botto… La vita ai tempi della fine del mondo…

Il ritorno di Stephen King alla formula del racconto coincide con una delle prove più lucide di questi ultimi suoi altalenanti anni, caratterizzati da sovrapproduzione e corrente creativa alternata. La maggior parte di queste short stories è già apparsa su riviste, in ebook e per occasioni varie e disparate ma per la prima volta vengono tutte raccolte in un unico volume e corredate da una breve e quasi sempre interessante introduzione sull’ispirazione e le ragioni che hanno portato il Re a scriverle. Il bazar dei brutti sogni, nonostante il titolo evocante atmosfere horror, non è semplicemente una collezione di storie del brivido e thriller (che comunque sono la maggior parte, con menzione speciale per La duna, Il bambino cattivo, Morale e Io seppellisco i vivi ) ma è anche una gustosa rilettura di alcuni stereotipi kinghiani (le citazioni esplicite de La torre nera in Ur, l’automobile assassina di Miglio 81 lontana - ma non troppo - parente di Christine La macchina infernale e infine l’ultimo racconto, il dolente e apocalittico Tuono estivo, figlio minore de L’ombra dello scorpione) e di nuove tematiche emerse prepotentemente nelle ultime opere quali il passare del tempo e l’interrogarsi sulla vita dopo la morte (cavallo di battaglia del romanzo Revival e qui ritrovate ne Il piccolo dio verde del dolore, Aldilà e Mister Yummy). King però apre anche il cuore a dei suoi vecchi maestri di scrittura (ad esempio Raymond Carver in Premium Harmony) e di vita (amici spesso perduti nel corso della vita) inquadrando un lavoro completo a trecentosessanta gradi che si può leggere e destrutturare a piacimento, a seconda della chiave di lettura dell’universo dello scrittore del Maine che si vuole dare: si preferisce rintracciare il giovane Stephen tra le pagine di mostri incastonati fra le pieghe del quotidiano oppure si preferisce prestare ascolto alla voce di un maestro maturo e riflessivo? Si vogliono indagare gli archetipi letterari di King oppure quelli biografici? La scelta spetta al fedele lettore, che difficilmente rimarrà deluso, indipendentemente dal sentiero interpretativo che deciderà di imboccare.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER